La sofferenza sportiva dello stato del Minnesota

Mancava solo più il calcio all’appello e l’altra notte, ora italiana, il soccer è ufficialmente entrato in questo “doloroso” club sportivo del Minnesota, dove tutti e cinque gli sport maggiori degli Stati Uniti hanno spezzato il cuore ai propri tifosi.

Avanti 2-0 contro i Seattle Sounders, a Minnesota United mancavano solo 20 minuti per la vittoria delle Western Conference. Il resto è già storia, Will Bruin entrato da due minuti, segna dopo un tiro rimpallato; è l’inizio della rimonta dei campioni in carica e di conseguenza, l’inizio del dramma per i Loons. Prima Ruidiaz e poi Svensson, chiudono i conti, 3-2 Seattle e finale di MLS Cup.

CINQUE SPORT UN UNICO DESTINO: MAI UNA GIOIA

Questo è l’ultimo tassello di sconfitte nei playoff dei 5 maggiori sport dello Stato. Prendendo in esame solo le Finali di Conference, il tabellino parla chiaro: negli ultimi trent’anni il record è 0-8. Recentissimi come detto i Loons, ma ci sono 4 sconfitte dei Minnesota Vikings solo nei match per il titolo della NFC, una sconfitta per la squadra di baseball dei Minnesota Twins, una per quella di hockey dei Wild e una anche per la squadra Nba dei Minnesota Timberwolves.

Little Tony cantava Non finisce qui e nemmeno per la storia sportiva per la Terra dai 10’000 Laghi.

Sì perché la storia dei Loons è ancora agli inizi ma quella delle altre squadre è martoriata da sconfitte incredibili e consecutive.

Partendo dai Minnesota Vikings che negli anni ’60 -’70 han partecipato a 4 edizioni del SuperBowl, perdendole tutte e quattro, sei sconfitte consecutive nei playoff negli anni ’90. Nella storia recente i calci maledetti, nel 1999 la squadra era ad un field-goal dal ritornare al SuperBowl dopo 20 anni ma il kicker Gary Anderson, 100% realizzazione nella stagione regolare, sbaglia, dando nuova linfa agli Atlanta Falcons che vinceranno nell’overtime. Similare nel gennaio 2016, WildCard Game contro gli altri Seattle, i Seahawks, in uno dei match più freddi della storia. I Vikings in quegli anni giocavano all’aperto in attesa del nuovo stadio, a 24 secondi dalla fine Blair Walsh sbaglia un calcio da 27 yards (24metri circa) che poteva valere il sorpasso e l’eventuale vittoria del match.

Nel baseball, le sconfitte dei Twins si contano sulle dita delle mani e dei piedi: dal 2002 infatti non vincono una serie di playoff ma dall’anno successivo non vinceranno più una partita, arrivando cosi ad essere l’unica squadra, tra i maggiori cinque sport a perdere 18 partite di post season consecutive.

I Minnesota Timberwolves hanno avuto una storia similare a cavallo tra gli anni ’90 e ’00 in cui hanno perso 7 serie di playoff consecutive prima di raggiungere la finale di Conference nel 2004 per poi perderla. Dopo saranno 13 gli anni senza playoff per poi perdere al primo turno nel 2018.

La storia dei Minnesota Wild è giovane, squadra fondata nel 1997 ma attiva in NHL dal 2000 e ha a referto 6 sconfitte al primo round, ultime tre consecutive, su nove apparizioni a playoff.

Il Club, come detto, con i Loons è al completo, anche se il futuro prossimo sembra roseo per la squadra di calcio, vedremo se nelle prossime stagioni cambieranno il trend e daranno qualche speranza di vittoria anche agli altri sport.

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.