Mondiali 2026: Gulati lascia la carica di presidente

Cambiamento radicale al vertice del comitato che presenterà la candidatura comune per i Mondiali del 2026. Sunil Gulati, ex presidente della federcalcio statunitense (Ussf), ha lasciato la carica di presidente, sostituito dal triumvirato composto dagli attuali presidenti delle federazioni statunitense, Carlos Cordeiro, canadese, Steven Reed, e messicana, Decio de Maria.

USSF, cosa aspettarsi dal presidente Cordeiro

Carlos Cordeiro è il nuovo presidente della Federazione calcistica statunitense, la USSF. Sostituisce Sunil Gulati, a capo della federcalcio dal 2006, il quale non si era ricandidato. Cordero era il vice presidente uscente. Ex funzionario di Goldman Sachs, Cordeiro era considerato uno dei due candidati dall'orientamento economico, assieme a Kathy Carter,

USSF, a febbraio le elezioni: ecco i candidati

Il prossimo febbraio la federazione calcistica statunitense (USSF) eleggerà il nuovo presidente. Ad inizio di dicembre, è stato lo stesso board USSF a dichiarare ammissibili gli otto candidati finali (Paul Lapointe, uno del direttori regionali della USSF, si è ritirato). L'ultimo degli ingressi, un po' a sopresa, è il secondo

Disastro USA e un sistema da rifondare: “Gulati deve dimettersi”

Credere che un torneo, un campionato, o la qualificazione ai Mondiali, si ottenga all’ultima partita, è superficiale. Così lo sarebbe anche nel valutare la deludente eliminazione della nazionale statunitense di calcio, che da adesso ha il dovere di guardare più in là dell’umiliazione subita a Trinidad martedì sera. Gli Usa, come

USMNT: tutti gli uomini per il dopo Arena

Bruce Arena passerà alla storia come il commissario tecnico che ha portato la nazionale a stelle e strisce al maggior risultato in un campionato mondiale dopo il 1930, i quarti di finale in Giappone/Corea del Sud 2002, ma anche come il ct che ha mancato la qualificazione ai Mondiali dopo