Le mani d’America: fare il portiere in MLS conviene?

Negli anni ci è sempre stato detto, quando ancora non vi erano i numeri di oggi, che gli americani erano più bravi con le mani che con i piedi. Niente di più sbagliato perché oggi, nonostante la cocente esclusione dai prossimi mondiali in Russia, la nazionale statunitense può contare su ottimi elementi tra i pali come sul campo.

Ma conviene fare il portiere in Major League Soccer? In questi anni primi 20 anni di lega, quanto le varie squadre hanno investito tra i pali? Nei primi anni di soccer ci fu Ravelli, lo storico portiere svedese. Poi venne la volta di Jorge Campos, l’ecclettico calciatore messicano. E poi? Hanno continuato, con poche eccezioni, con la buona scuola statunitense.

Analizzando i salari dei vari calciatori MLS viene fuori un dato. Gli USA prediligono investire in chi fa goals piuttosto che negli evitarli.

QUALCHE CONSIDERAZIONE

– Tra i numeri 1, come DP, spunta solo il nome di Howard che guadagna $2,475,000.00. Dietro di lui i nazionali Rimando con $470,000.0 e Guzan con$400,008.00. Poi il vuoto.

– I migliori della stagione, con la regular season appena conclusa guadagnano:
Hamid appena passato al campionato danese con $395,500.00;
Ousted $378,933.33
Frei nonostante la sua parata da titolo, $256,250.00
Blake, nazionale giamaicano, $186,500.00;
Melia, appena fresco di titolo di miglior portiere 2017,  $167,500.00;
Bendik, stagione strepitosa la sua, $174,083.40.

– Curiosi i casi di Chicago e Toronto
In Illinois il portiere argentino Bava percepisce $267,133.34 ma con il suo infortunio ha giocato di più e con discrete prestazioni Lampson che percepisce molto meno, ovvero $81,375.00.
In Canada, a Toronto per l’esattezza. Il portiere titolare è stato Bono che percepisce $90,200.00 mentre il suo “ormai vice” Irwin $211,316.70. Bono ha saputo sfruttare bene le sue chance, ricordiamo che ad inizio stagione Irwin era stato messo ai margini della squadra con “il caso Atlanta”.

– Il buon Steffen merita tutti i suoi $105,000.00. A Columbus dovrebbero fargli una statua per la prestazione in Georgia.

Ed i portieri del futuro?
Detto di Bono, i nomi su cui puntare sono quelli di Louro dei NYRB che ha fatto benissimo in USL con la seconda squadra dei tori rossi e Connor Sparrow dei Real Salt Lake. Entrambi hanno uno stipendio annuale di $53,004.00. Per conludere vorrei portare il caso di McMath che a Colorado è chiuso da Howard. Guadagna $150,000.00. Altrove sarebbe titolare.

In conlcusione la domanda che sorge è: conviene fare il portiere in una terra dove si predilige strapagare chi fa goals invece di chi li evita?


Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.