Zlatan Ibrahimovic ai Los Angeles Galaxy

Zlatan Ibrahimovic è un nuovo giocatore dei Los Angeles Galaxy e dopo anni di corteggiamento sbarca finalmente in Major League Soccer. Svincolatosi con due mesi d’anticipo dal Manchester United, Ibra firmerà il contratto con la franchigia californiana.

L’idea Ibracadabra veleggia da una costa all’altra degli Stati Uniti ormai da un lustro e, dopo essere stata ipotizzata già diverse volte, si è compiuta nel 2018. I Red Devils con un comunicato ufficiale hanno ufficializzato il divorzio dal fuoriclasse svedese che, a 36 anni compiuti, dovrebbe firmare un contratto di due anni, ma non come Designated Player.

I LA Galaxy infatti hanno già occupato tutti gli spot per questo tipo di contratti con Giovani dos Santos, suo fratello Jonathan e Romain Alessandrini. Ma c’è l’alternativa: pagare lo stipendio di Zlatan con il TAM (Targeted Allocated Money). Stando ai primi rumours una cifra vicina ai 1,5 milioni di dollari a stagione.

Sì, così poco. La notizia è da confermare, è solo un’indiscrezione raccolta dalla ESPN, ma è più che plausibile in MLS con un’ovvia apertura del “rubinetto” da altre parti, come accadde per Nigel De Jong al suo arrivo sempre a Carson. Diritti d’immagine, pubblicità e quant’altro tutto (o grandissima parte) in favore di Ibra ed è presto fatto. Considerando la popolarità dei Galaxy in tutto il mondo e il merchandising sempre attivo, con tutte le pubblicità del caso che l’arrivo dello svedese porterà da quelle parti, le cifre dello stipendio da calciatore saranno solo un dettaglio di un quadro ben più ampio e remunerativo. Per sé e per la sua azienda A-Z.


 

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.