USL, it’s the final Championship!

Il tabellone è servito, dopo la League One e la MLS, anche per la USL Championship è tempo di play-off, le migliori otto squadre della Eastern e Western Conference si daranno battaglia per vincere il campionato.

Sì con il nuovo formato sono otto su dieci le squadre qualificate a completare il tabellone, in settimana si sono giocate le cosiddette wild-card di accesso come spesso accade negli sport americani.
Cominciano nel weekend e ci sono squadre che si sono meritate l’accesso diretto al tabellone. Una su tutte i campioni della regular season, i Phoenix Rising Fc, la squadra dell’Arizona ha chiuso con 78 punti, 89 gol fatti (54 segnati da “solo” tre giocatori) e 36 subiti, distacco abissale dalla seconda classificata. Loro è il migliore giocatore, Salomon Asante con 22 gol e 17 assist, record assoluto USL, è in attesa di ricevere il meritatissimo trofeo di MVP. I Rising ospiteranno Austin Bold Fc, una delle squadre che ha staccato il biglietto playoff proprio nella wildcard vincendo con un secco 2-0 contro gli LA Galaxy II, per Austin sarà la prima gara ufficiale di un tabellone USL, un battesimo sicuramente infuocato.

Le inseguitrici di Phoenix sono rimaste le stesse, ma rispetto al giro di boa di qualche mese fa, si sono invertiti i ruoli, Reno 1868 Fc, è riuscita nell’allungo finale a superare Fresno Fc, grazie anche ad un attacco che vanta 72 gol fatti, 18 gol solo di Corey Hertzog. Reno è una delle sorprese del campionato ed ospiteranno Sacramento Republic Fc che arriva da una due giorni di morale alle stelle: prima l’annuncio che la franchigia comincerà la stagione 2022 in MLS poi la vittoria per la wildcard contro New Mexico United per 2-1. Invece Fresno Fc, nonostante abbia perso una posizione abbastanza consolidata può essere molto felice del miglioramento fatto in questa seconda stagione in USL e l’accesso ai playoff per la prima volta. Stessa sorte per i loro ospiti, El Paso Locomotive Fc, anche loro alla prima in post season alla prima stagione in USL, quasi fuori dai giochi mesi fa ma grazie all’ottima difesa si sono ritagliati un posto nella parte alta della classifica. Chiude il tabellone dell’ovest la sfida tra di Real Monarchs ed Orange County Sc, la squadra dello Utah vanta il terzo miglior attacco della western con 71 gol e un ruolino di marcia in casa che dice 23 su 33 vittorie dal 2018, cioè da quando giocano del nuovo stadio, lo Zion Bank Stadium.

Storia diversa ad Est, fino all’ultima giornata non avevamo un vincitore, l’hanno spuntata i Pittsburgh Riverhounds Sc, che fino al girone di andata navigavano intorno al sesto posto e poi grazie ad una gran difesa, il loro fortino, lo stadio di casa dice zero sconfitte in questa stagione e una media di due gol a partita, si sono meritati il primo posto della conference. Contro avranno l’ultimo posto disponibile per i playoff della conference, i Birmingham Legion Fc, l’unica squadra del tabellone con un differenza reti negativa, che nonostante il pronostico sfavorevole, ha battuto i North Carolina Fc proprio nel match di wildcard con un rocambolesco 3-2.

Un’altra bella risalita l’ha fatta Nashville Sc, l’unica squadra insieme a Phoenix ad aver raggiunto le 20 vittorie in stagione, grazie al loro punto forza, la difesa, la migliore del campionato con solo 26 gol subiti e 14 cleansheets per il Golden Glove della stagione Matt Pickens. I loro avversari saranno l’altra sorpresa del turno di wildcard, i Charleston Battery che vincono in Canada contro Ottawa Fury Fc ai calci di rigore. Al terzo posto, consolidato, Indy Eleven, un potenza in casa, l’altra squadra senza sconfitte tra le mura amiche si vedrà di fronte proprio il miglior attacco della Eastern, quello dei New York Red Bulls II, 74 gol e già più esperienza quando si tratta di post season.

A chiudere il tabellone di est, forse la partita più inaspettata, almeno per quanto mi riguarda, tra Louisville City Fc e Tampa Bay Rowdies, inaspettata perché fino a qualche mese fa erano a posizioni invertite, ma l’aria dei playoff ha fatto drizzare le antenne dei bicampioni USL mentre quelle delle Florida, nonostante i 18 gol di Guenzatti, grande ex della partita, si sono affievolite e la squadra non è riuscita a stare nelle zone alte della classifica, soprattutto non è riuscita ad aggiudicarsi il fattore campo, dove invece Louisville può contare su un record casalingo pressoché importante nella post season 10 vittorie, 0 pareggi e 0 sconfitte, mentre i Rowdies non sono andati benissimo fuori casa, appunto decisive le ultime sconfitte stagionali.

Tutti match molto interessanti, come per la neonata League One, anche qui in Championship avremo grandi attacchi contro grandi difese ed un fattore campo che potrebbe essere decisivo, soprattutto nella Western, mentre nella Eastern potrebbe essere più equilibrata da quel punto di vista, ci si aspetta Phoenix e Nashville in finale ma non mancheranno sorprese e colpi di scena dei fuoriclasse.


Commenti

Commenti

Leggi anche

Torna su