Vieira, fantasia al potere per frenare Giovinco

Vieira Toronto

NYCFC, Vieira inventa un modulo anti-Giovinco

Il neotecnico ha schierato una squadra ultraoffensiva contro il Toronto FC

“Ma questo è pazzo” avranno pensato i numerosi tifosi che hanno colorato d’azzurro lo Yankee Stadium di New York. Obiettivo della riflessione il nuovo head coach del City, Patrick Vieira e il suo modulo sperimentale adottato contro Toronto e Giovinco.

Vieira Toronto

Vivendola all’italiana pochi dubbi. Ma negli States si sa lo spettacolo viene prima di tutto e la scelta coraggiosa del francese è stata accolta con entusiasmo. La particolarità però è che lo schieramento iniziale mandato in campo si presta a diverse interpretazioni, in ogni caso da studiare.

A primo impatto sembra un 3-6-1 totalmente offensivo con due soli difensori di ruolo e un terzino di spinta a comporre la linea arretrata e un incontrista come Bravo a rubare palloni a centrocampo. Una tattica impostata sul possesso palla e sulla mediana intasata per bloccare i rifornimenti a Giovinco.

Complicando la tattica si può però pensare anche a un più assennato 4-1-4-1 in fase difensiva con l’arretramento di Bravo in copertura a trasformare la linea a quattro.

Una scelta comunque la si veda coraggiosa, anche considerando tutti i limiti più volte messi in mostra dalla retroguardia newyorkese, che certifica come Vieira non si sia trasferito negli Usa per scappare dal calcio che conta, anzi. Con il suo entusiasmo unito a quello di lega e tifosi, la Mls è il posto giusto per sperimentare un modo nuovo di fare calcio. Il 2-2 finale dimostra che c’è da lavorare, ma il primo tempo è stato praticamente un dominio.

Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

3 thoughts on “Vieira, fantasia al potere per frenare Giovinco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su