Un disastro chiamato New England

Chi lo scorso 20 aprile si stupì per la vittoria 1-0 dei New England Revolution sui New York Red Bulls, fece bene… Quello che sembrava un punto di svolta verso la rinascita, in realtà si è trasformato in una curva a gomito verso il fondo del baratro. Con un record già abbastanza negativo, seppure in linea con le ultime stagioni in MLS, la squadra di Brad Friedel da quel successo è riuscita a settare un nuovo record negativo per l’intera lega incassando ben 15 gol in tre partite. Aggiungendone una e allungando quindi la serie in esame alle ultime quattro in campionato, i gol incassati sono ben 18 – un record eguagliato con la primissima versione dei Minnesota United quando subirono altrettante reti nelle prime quattro storiche partite in MLS.

In queste quattro partite è arrivato un punto, a metà tra il pirotecnico e il casuale. Dopo il ko 3-0 con i Montreal Impact è arrivato un 4-4 pazzesco con Sporting Kansas City dopo essere stati in vantaggio 3-1 in trasferta; poi il 6-1 subito a Philadelphia e ultimo il 5-0 preso in faccia dai Chicago Fire. Esiste un problema? No, esiste un disastro. Continuando così i Revs concederanno più di 85 reti in questo campionato, più di 10 in più del record negativo settato da Orlando nel 2018 (74). Subiranno una goleada anche in casa contro i San Jose Earthquakes?

CHICAGO FIRE-NE REVS 5-0

NY RED BULLS-MONTREAL IMPACT 1-2

COLUMBUS CREW-LA GALAXY 3-1

ATLANTA UNITED-TORONTO FC 2-0


Commenti

Commenti

Max Cristina
Giornalista dal 2006, scrivo per SportMediaset, TgCom24 e collaboro con Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com

Leggi anche

Torna su