Continuiamo il nostro viaggio alla ricerca delle società che sponsorizzano le divise delle franchigie della Major League Soccer, esaminando quelle appartenenti alla Western Conference. Anche se il dato è meno netto rispetto alla Eastern, la presenza di compagnie legate al mondo della sanità e delle assicurazioni è sempre importante. Ben due le aziende riconducibili propriamente a questi due settori, che diventano cinque contando anche tre brand attivi in ambiti correlati alla salute e al benessere. Rispetto alla Eastern Conference sono predominanti le aziende che hanno sede o stabilimenti nello stato della franchigia sponsorizzata.

COLORADO RAPIDS

Transamerica, azienda che si occupa di assicurazioni, investimenti e pensioni. Sede a San Francisco, nella sua storia batte un cuore italiano. Le sue radici risalgono infatti al sogno di Amadeo Giannini, figlio di immigrati liguri che creò la Bank of Italy, un istituto di credito nato con lo scopo di concedere prestiti non soltanto ai ricchi ma anche alle persone povere. Grazie ad essa molte persone poterono risollevarsi dalla crisi che colpì la città della California dopo il terremoto e l’incendio del 1906. Nel 1928 la banca si fuse con la Bank of America e nel 1955 il settore assicurativo fu separato dando vita alla Transamerica. Tra le tante opere di Giannini anche l’aiuto dato a Walt Disney per realizzare il cartone di Biancaneve e i sette nani nel 1937. L’accordo tra i Colorado Rapids e Transamerica risale al 2015 ed è stato rinnovato nel marzo 2016 fino al 2019. Nell’estate scorsa si è tenuta la prima edizione del torneo amichevole “Transamerica Cup”.

FC DALLAS

AdvoCare, società che produce integratori alimentari con sede a Plano in Texas. Il brand è stato il primo sponsor a comparire sulle maglie dei Toros. Un accordo siglato nel 2012 e che garantirebbe ogni anni circa 3,2 milioni di dollari ai Dallas. Insieme alla franchigia con sede a Frisco, AdvoCare porta avanti programmi sociali incentrati nell’offrire attività sportive a coloro che risiedono nelle zone più disagiate dell’area urbana di Dallas.

HOUSTON DYNAMO

BHP Billiton, la maggiore società dedita alle attività minerarie al mondo, frutto della fusione di due compagnie, una britannica e una australiana, dove attualmente la multinazionale ha la propria sede maggiore. BHP Billiton è presente negli Stati Uniti mediante una società di miniere di carbone nel New Mexico e mediante la BHP Petroleum, la cui sede è proprio a Houston. Secondo recenti stime la compagnia sarebbe tra le maggiori aziende straniere ad operare negli Stati Uniti d’America. L’accordo con la franchigia texana è stato stipulato nel 2014, insieme a quello siglato con la squadra femminile della città, le Houston Dash, militanti nella NWSL. Il contratto è stato rinnovato nel marzo 2016 fino al 2019. La società, oltre al calcio, sponsorizza anche gli Houston Texans della NFL e lo Houston Livestock Show and Rodeo, il maggiore spettacolo di rodeo unito alla maggiore mostra di bestiame al mondo.

LOS ANGELES FC

La nuova franchigia della California ha annunciato un accordo pluriennale con YouTube  Tv, la piattaforma di broadcasting sorta dal piu famoso servizio di videosharing del pianeta, da anni di proprietá Google, che in pratica ha portato il mondo verso il web 2.0 trasformando il fruitore in inventore. La partnership prevederà una numerosa condivisione dei contenuti della squadra e promette di rivoluzionare la fruizione mediatica del calcio mondiale.

LOS ANGELES GALAXY

Herbalife, società di integratori alimentari fondata nel 1980 e che conta migliaia di dipendenti in tutto il mondo nonché oltre due milioni di distributori indipendenti operanti in 94 nazioni. Herbalife è oramai un decano della Major League Soccer, sponsorizzando i Galacticos della città degli angeli dal 2007, attualmente presente sulle divise con il brand Herbalife Nutrition. L’ultimo accordo siglato risale al 2012 ed è valevole sino al 2022, per un totale di 44 milioni di dollari più un milione investito in un programma benefico a favore dei bambini vittime di violenza. Nel corso della sua storia Herbalife ha intrapreso altri partenariati calcistici. Tra le squadre sponsorizzate Spartak Mosca (Russia), Maccabi Haifa (Israele), Lyngby (Danimarca), Hammarby (Svezia), Pumas e Club San Luis in Messico, Universidad San Martin in Perù e Lanus in Argentina. E’ stato inoltre partner del CONI per le Olimpiadi di Rio 2016.

MINNESOTA UNITED

Target, è la seconda azienda di supermercati discount negli USA, con sede proprio a Minneapolis. Possiede oltre 1800 negozi in tutta la nazione e fa parte dell’indice Standard & Poors 500, basato sulla capitalizzazione di mercato delle compagnie quotate o sull’indice della Borsa di New York o su quello della borsa elettronica NASDAQ. Accordo pluriennale con la squadra di casa, partito lo scorso anno con la prima stagione della franchigia nel campionato, e siglato in contemporanea sia con la Mls che con i programmi di sviluppo del soccer tra i giovani. Nel mondo dello sport il brand Target è stato soprattutto legato all’automobilismo, sponsorizzando il team Chip-Ganassi Racing sia nella Nascar, fino al 2017, che in IndyCar fino al 2016.

PORTLAND TIMBERS

Alaska Airlines, compagnia aerea con sede a Seattle, ma presente a Portland con ben 1900 dipendenti. Sponsorizza i Timbers sin dal loro ingresso in Mls nel 2011, accordo rinnovato nel 2014. La cifra si aggira intorno ai tre milioni di dollari. La compagnia fa parte dell’Alaska Air Group che possiede anche Horizon Air e Virgin America. I suoi quattro hub maggiori sono tutti sulla costa pacifica: Los Angeles, Portland, Seattle-Tacoma e Anchorage in Alaska, stato per il quale la compagnia svolge un importante ruolo di collegamento. Oltre che negli Stati Uniti opera in Canada, Messico, Cuba, Costa Rica e Russia.

REAL SALT LAKE

LifeVantage, azienda attiva nel particolare campo della nutrigenomica, scienza che si occupa del rapporto tra i geni e l’alimentazione. La società ha sede a Sandy, Utah. Nata nel 2003 detiene il brevetto dell’integratore alimentare Protandim. Dell Loy Hansen, proprietario del Real Salt Lake, possiede una percentuale azionaria dell’azienda. L’accordo con la franchigia è stato stipulato nel 2013 ed è valevole per dieci anni. Il compenso si aggira intorno ai trenta milioni di dollari complessivi.

SAN JOSE EARTHQUAKES

Sutter Health, organizzazione no-profit di cure sanitarie con sede a Sacramento che comprende oltre centro tra ospedali e centri per la salute in California ed è inoltre presente con proprie strutture nelle Hawaii. Nelle vicinanze di San Jose la compagnia è presente con ben quattro strutture. L’accordo di partnership con la franchigia, di durata pluriennale, è partito nel 2016 e, oltre alla sponsorizzazione, prevede numerose iniziative portate avanti insieme dalle due società per la tutela della salute dei cittadini, tra i quali un sostegno al programma messo in capo da Sutter Health per il contrasto all’obesità infantile, una malattia che colpisce oltre dieci milioni di bambini statunitensi.

SEATTLE SOUNDERS

Xbox, la console per videogiochi di Microsoft, multinazionale con sede nella Stato di Washington, precisamente nella città di Redmond, a meno di venti miglia da Seattle. I vincitori della Mls Cup 2016 hanno portato il logo della console sin dal loro ingresso nella lega, nel 2009. L’accordo è stato poi prolungato e andrà in scadenza a fine 2018, tanto che la franchigia già avrebbe messo in campo una agenzia per trovare un nuovo sponsor. La cifra dell’ultimo contratto si aggirerebbe intorno ai cinque milioni di dollari a stagione.

SPORTING KANSAS CITY

Ivy Investments, società di investimenti con sede a Overland Park, nel Kansas, di cui abbiamo trattato nell’articolo inerente alla proposta di torneo estivo chiamato “Shores Cup”. L’azienda fa parte della società di gestione patrimoniale quotata alla Borsa di New York Waddell & Reed, la cui sede è a Shawnee Mission, sempre nel Kansas. L’accordo con la franchigia tra il Missouri e l’Arkansas è iniziato nel 2013, quando la società si chiamava Ivy Funds, e l’anno successivo è stato esteso fino al 2022.

VANCOUVER WHITECAPS

Bell Company, azienda canadese di telecomunicazioni con sede a Montreal, sussidiaria della grande società di mass media BCE, che può contare interessi anche nella più blasonata franchigia della National Hokey League, i Montreal Canadiens, nonchè nella Maple Leaf Sports & Entertainment, società proprietaria dei Toronto FC di calcio, dei Raptors della NBA, dei Maple Leafs di Hockey e dei Marlies di baseball. L’accordo con i Whitecaps risale al 2010, anno di ingresso della franchigia in Mls, ed è stato poi prolungato nel 2013.


Commenti

Commenti

Cristiano M. G. Faranna
Giornalista siculonapoletano. Collaboratore per l'agenzia videogiornalistica Videoinformazioni. Appassionato di Mls, della città di New York e della crescita del calcio in Canada

Leggi anche