Dagli anni ’70 in poi gli sponsor sono diventati un elemento essenziale del sistema calcio e non solo per l’apporto immediatamente economico, ma anche per l’indotto scaturito dalla caratterizzazione delle divise delle varie squadre nelle varie epoche.

Scopriamo insieme quali sono i brand che caratterizzano la Major League Soccer e quali società vi sono alle spalle. Iniziamo con la Eastern Conference dove subito appare chiaro come la realtà sociale si rispecchi nello sport. A prevalere sulle altre tipologie aziendali sono società attive nel settore sanitario e compagnie di assicurazioni, ben tre squadre sponsorizzate (se si conta anche l’azienda Leidos, attiva prevalentemente nell’ambito della sicurezza ma con attività nel settore, si sale a quattro, ndr) a dimostrazione di una realtà, quella americana, in cui il dibattito tra sanità pubblica e privata tiene banco oggi più che mai.

ATLANTA UNITED

American Family Insurance, compagnia di assicurazioni in 315esima posizione nella lista 2017 delle 500 maggiori aziende degli Stati Uniti stilata da Fortune. AmFam ha sede nella città di Madison, nel Wisconsin ed è già attiva nel mondo dello sport mediante partnership precedentemente stipulate con alcune franchigie della National Football League come i Green Bay Packers, gli Indianapolis Colts, i Seattle Seahawks e gli Atlanta Falcons. Con gli United la compagnia ha siglato un accordo pluriennale che si aggirerebbe tra i tre e i tre milioni e mezzo di dollari a stagione. AmFam ha inoltre investito nella realizzazione del Mercedes-Benz Stadium.

CHICAGO FIRE

 Valspar, azienda con sede nella città di Minneapolis, tra le maggiori a livello mondiale per la produzione di vernici e pellicole, è stata recentemente oggetto dell’acquisizione da parte di un altro colosso mondiale del settore, la Shering-Williams. Valspar ha chiuso l’accordo di sponsorizzazione con i Fire nel 2015 per la stagione successiva. Tre anni complessivi per una cifra che sarebbe compresa tra i 2,5 e i tre milioni di dollari. L’azienda dà il proprio nome al Valspar Championship del PGA Tour di golf.

COLUMBUS CREW

Acura, marchio automobilistico di lusso di proprietà della Honda Motor Company, che proprio in Ohio ha uno dei suoi più grandi stabilimenti di produzione, esattamente a Marysville a 42 miglia da Columbus. La sponsorizzazione è iniziata nel 2017 per tre anni di contratto e circa settecentomila dollari a stagione. Data l’importanza locale della partnership sarebbe interessante seguire gli sviluppi dell’accordo nel caso che la franchigia fosse spostata ad Austin.

D. C. UNITED

DC United - Home
DC United – Home

Leidos, azienda attiva nei campi della sicurezza nazionale, della salute e dell’ingegneria, fa parte della società Science Application International Corporation ed è inoltre nella Top 100 US Federal Contractors secondo la lista stilata dalla General Services Administration nel 2015. La Leidos ha sede a Reston, nella vicina Virginia e la sua partnership con la squadra di Washington risale al 2014 dapprima con un accordo valido fino al 2016 che poi è stato rinnovato arrivando sino al 2018. Si presume che il contratto sia simile, probabilmente leggermente aumentato, a quello che la franchigia aveva con il precedente sponsor, la Volkswagen, pari a 2,8 milioni di dollari.

MONTREAL IMPACT

Banc of Montreal (BMO) è dal 2012, anno dell’ingresso in MLS, lo sponsor dei Montreal Impact. La banca della capitale del Quebec fa parte dei Big Five, i maggiori istituti di credito del Canada ed è quotata sia alla Borsa di Toronto che a quella di New York. L’istituto di credito è totalmente impegnato in progetto riguardanti il calcio in tutto il paese nordamericano. Si stima che ogni anno la franchigia percepisca intorno ai 4 milioni di dollari.

NEW ENGLAND REVOLUTION

United Healthcare è una grande compagnia attiva nel settore sanitario, anch’essa inserita nell’elenco Fortune 500, che ha acquistato anche società attive nell’ambito assicurativo. Essa ha sede a Minnetonka, Minnesota. L’accordo con i Revs risale al 2011. La società conta attività di partnership con i New England Patriots della NFL, franchigia appartenente allo stesso patron dei Revolution, Robert Kraft. L’accordo di partnership è stato siglato nel 2011.

NEW YORK CITY FC

La più giovane tra le franchigie della Grande Mela gioca in casa mediante l’accordo chiuso nel novembre 2014 con Etihad Airways, compagnia di bandiera degli Emirati Arabi e main sponsor della sorelle Manchester City e Melbourne City. Etihad è anche socia fondatrice della franchigia con la quale ha stipulato un contratto di sponsorizzazione quinquennale.

NEW YORK RED BULLS

Nomen omen per gli ex Metrostars. La franchigia tra New York e il New Jersey è stata la seconda squadra,nel 2006 giusto un anno dopo l’acquisizione del Salisburgo, a essere acquistata dalla compagnia di bevande Red Bull, che ha continuato la sua espansione nel calcio successivamente in Brasile, Ghana e Germania.

ORLANDO SC

Orlando Health, rete di ospedali di comunità privata e no-profit, è il quinto datore di lavoro della Florida, avendo circa quattordicimila dipendenti e ben duemila medici affiliati. E’ l’unico sponsor della Mls ad aver affiancato una franchigia prima della sua affiliazione alla lega. La sua partnership con la squadra di Orlando risale infatti al 2011, epoca in cui i viola militavano in Usl. L’accordo è stato poi rinnovato nel dicembre 2015 fino al 2021 ed esteso alla squadra b militante in Usl (anno sabbatico nel 2018, ndr) e all’Orlando Pride della National Women Soccer League.

PHILADELPHIA UNION

Philadelphia Union - Home
Philadelphia Union – Home

Bimbo Bakeries, multinazionale messicana con ramificazioni negli Stati Uniti, Canada, Spagna e Cile, si stima che sia la più grande azienda produttrice di prodotti cotti al forno del mondo. La sede statunitense è proprio in Pennsylvania, ad Horsham. L’accordo è stato siglato nel 2011 e rinnovato nel 2014. Il primo prevedeva dodici milioni di dollari suddivisi tra la franchigia e la Mls, il secondo invece sarebbe intorno agli 11 milioni in cinque anni destinati solo ai Philly. Bimbo è molto attiva nel calcio contando nella sua storia sponsorizzazioni in Messico (Chivas de Guadalajara, Monterrey e America), Costa Rica (Saprissa e A.D. Isidro Metapan) e Panama (San Francisco FC). E’ stato anche sponsor del Rochester Rhinos, squadra della Usl che ha preso un anno sabbatico per la stagione 2018.

TORONTO FC

I campioni in carica della Mls sin dal loro ingresso nella Lega (2007) si sono affidati alla Bank of Montreal che risulta anche main sponsor dello stadio denominato BMO Field. L’accordo per il terreno di gioco è stato ridefinito nel 2016 per ulteriori dieci anni, per la squadra è stato prolungato fino al 2025. La cifra stimata nel 2012, quando gli Impact chiusero a loro volta l’accordo con la banca, era di circa quattro milioni di dollari. Recentemente è stato chiuso un accordo di partnership anche per quanto riguarda il settore giovanile. BMO sarà partner della cosiddetta Toronto Academy e della struttura all’avanguardia che ospita le attività del settore, ribattezzata BMO Training Ground.


Commenti

Commenti

Cristiano M. G. Faranna
Giornalista siculonapoletano. Collaboratore per l'agenzia videogiornalistica Videoinformazioni. Appassionato di Mls, della città di New York e della crescita del calcio in Canada

Leggi anche