Timbers Army: furia in New England | MLS Soccer Italia

Timbers Army: furia in New England

Timbers Army bannerSerata amara su diversi fronti per una delle tifoserie più passionali dell’intera MLS: la Timbers Army. Sei ore di vole e più di 3mila miglia percorse non hanno fermato decine dei tifosi dell’Oregon che al Gillette Stadium non hanno fatto mancare il loro sostegno rumoroso e colorato. Ma un intoppo ha rovinato la serata, soprattutto il prepartita, ai Timbers.

Nonostante il nuovo regolamento MLS per gli accessi agli impianti sia più rigido, non è quello il motivo per cui a uno striscione inneggiante ai campioni in carica della MLS Cup è stato proibito l’accesso. Non per le misure, non per il contenuto, tutto a norma secondo le regole. Eppure il drappo disegnato ad hoc per i tifosi è stato bloccato all’ingresso dal Front Office dei Revolution.

Motivo: giudicato offensivo nei confronti della società di Foxborough. Giudicate voi. La partita poi è finita 1-1 con l’autorete di Taylor a negare i tre punti alla squadra di Portland. Il danno oltre la beffa.


 

Commenti

comments

Redazione

MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su