Tifosi Vip in MLS a immagine e somiglianza

A immagine e somiglianza. E’ così. Un ribaltamento del concetto “dimmi dove vai e ti dirò chi sei”. In questo caso è: “dimmi chi ti tifa e ti dirò dove andrai”. In MLS funziona così. Esempi pratici? Tre. Uno vecchio, uno recentissimo e l’altro, praticamente, del futuro. Partiamo dai “vecchi”, dai campioni in carica, dai Seattle Sounders che furono di Dempsey e ora sono il regno di Morris. Chi li tifa? Macklemore. E quindi? Sorprendente, moderno, veloce, accattivante, alla moda, che fa tendenza. E così, i Sounders, volano, al ritmo del rapper di casa.

Secondo esempio: il Los Angeles Football Club. Nuovi, ma non nuovissimi, pungenti, divertenti, che sanno intrattenere, che conquistano la folla ma, sul più bello, non riescono a mettere le mani intorno all’agognato trofeo. Come chi? Beh, Will Ferrell (anche azionista): dissacrante, re della risata, a volte demenziale ma che comunque ti strappa un sorriso, ti riesce a prendere facilmente, come Vela e compagni. I suo personaggi diventano cult, i suoi film rapiscono il pubblico, ma non vincono mai.

E infine, Inter Miami. Praticamente, il futuro. Futuro che è iniziato con il ko contro LAFC, per 1-0, una gara da cui si è usciti a testa alta ma in cui sono stati evidenti i limiti, tecnici, tattici ed estetici. Beckham li rappresenta? No, magari in futuro, ma ora no: lo Spice Boy era elegante, in campo e fuori, cool, non sbagliava un lancio, pulizia tecnica portata all’estremo. E allora? E allora… Gordon Ramsay. E la sua carbonara, criticata da tutti. Troppa salsa, solo tuorlo, zero pecorino. Sulla carta un piatto stupendo, ma in pratica lo chef, che ha 17 stelle Michelin, lo ha rovinato. E Inter Miami è così: sulla carta un progetto da urlo, col miglior allenatore del Nordamerica (parla il palmares), e obiettivi importanti sul mercato; sul campo un piatto poco riuscito, senza ingredienti fondamentali (l’attacco è già ai minimi termini). Ma c’è tempo per arrivare alla perfezione. E lì sì che Beckham sarà il vero volto della franchigia del futuro.

Commenti

Commenti

Leggi anche

Torna su