De Rossi ha deciso: addio Roma, futuro in MLS?

foto crampisportivi.it

Daniele De Rossi e la Roma si dicono addio dopo una carriera da "Capitan Futuro" passata interamente in giallorosso. Al centrocampista non è stato proposto il rinnovo contrattuale e in una conferenza stampa ha confermato il suo addio: "Il non rinnovo mi è stato comunicato ieri, ma lo avevo già

De Rossi: “Vinco con la Roma, poi vado in MLS”

Alla vigilia dell'ultima sfida di International Champions Cup contro il Real Madrid, De Rossi fa il punto della situazione per quanto riguarda il suo futuro: "Se sarà la mia ultima stagione? Mi avete fatto la stessa domanda due anni fa e ho detto che avrei dovuto fare una grande stagione, poi valutare. Mi piacerebbe

Mercato MLS: De Rossi dice no al NYCFC di Pirlo

Daniele De Rossi in MLS? No, grazie. Secca la risposta di "Capitan Futuro" su una possibile reunion con il compagno di nazionale e amico Andrea Pirlo. Scomodando Manzoni e la sua opera, I promessi sposi, l'interesse di De Rossi verso il campionato statunitense si potrebbe riassumere con la celebre frase pronunciata

Totti ai NY Cosmos: pro e contro

La riservatezza è d'obbligo in casa New York Cosmos, squadra di NASL che passata dalla gestione sicuramente spettacolare ma nei fatti inefficiente di Paul Kemsley a quella silenziosa ma concreta di Seamus O' Brien e del suo vice Erik Stover, sono riusciti a tornare in campo dopo quasi tre decadi,

Il nuovo Bradley guida Toronto FC

Nonostante un calendario MLS impervio con ben 7 trasferte (più quella di New York casa dei City in arrivo) l'inizio di campionato di Toronto FC è stato di ottimo livello. La franchigia canadese, trascinata dai gol del solito Giovinco, ha conquistato undici punti frutto di tre vittorie, l'ultima in casa

Totti tra New York e Miami

"Tra moglie e marito non mettere il dito" recita un vecchio detto popolare. Non troppo noto probabilmente a Roma, sponda giallorossa, dove il matrimonio più duraturo del nostro calcio, quello tra i giallorossi e Francesco Totti, sta finendo in maniera burrascosa. "Colpa" della gestione Spalletti e di qualche screzio di