Scossa LA Galaxy: Sigi Schmid non è più il coach

A poche giornate dal termine della regular season MLS, i LA Galaxy hanno preso una decisione: Sigi Schmid non è più l’allenatore. Ibra e compagni al momento sono fuori dai posti utili per i playoff e, reduci da un periodo di risultati negativi, la società ha optato per il più classico degli scossoni. Al suo posto Dominic Kinnear, almeno per il momento. Tradotto: per le 6 partite che mancano, poi si vedrà.

Ma cos’è successo di preciso non si sa, o meglio si sa fino a un certo punto. Non si è capito se l’esperto tecnico si sia dimesso, se sia stato esonerato o se la decisione abbia portato a una rescissione consensuale. L’unica cosa certa è che in panchina ci sarà un altro allenatore per Ibrahimovic e soci.

“Abbiamo parlato con Sigi, abbiamo preso una decisione comune e Schmid ha scelto di tirarsi indietro – ha commentato il presidente dei LA Galaxy, Chris Klein -. Per tutti è la decisione migliore per gli interessi di Sigi e del club nel breve e nel lungo periodo”. Per molti il regno del tecnico in California è durato fin troppo con le personalità difficili da gestire in rosa, ma dalla società assicurano che la decisione non è arrivata per una spaccatura nello spogliatoio: “Schmid ha avuto il completo controllo sul roster. Le discussioni ci sono sempre, ma abbiamo lavorato tutti molto bene con lui”.

Il sentore che sia stato Ibrahimovic a far cambiare l’allenatore aleggia da quelle parti, ma sempre Klein ha smentito categoricamente il ruolo dello svedese: “Da quando è arrivato a LA è sempre stato un modello di professionalità. La sua reputazione e la sua personalità si fanno sentire, ma non ha avuto un ruolo nella decisione di cambiare Schmid”. Per il futuro, alias per la prossima stagione, restano in corsa Kinnear – che si giocherà le proprie possibilità nei prossimi turni, e Bruce Arena.

Commenti

Commenti

Max Cristina
Giornalista dal 2006, scrivo per SportMediaset, TgCom24 e collaboro con Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com

Leggi anche

Torna su