Beirne a MLSItalia: scopriamo la Canadian Premier League | MLS Soccer Italia

Scopriamo la Canadian Premier League: intervista al Project Manager

Sarà la nuova serie di calcio in Canada, la Canadian Premier League, annunciata come la nuova lega professionistica del paese. Un campionato teso, nelle intenzioni degli organizzatori, a valorizzare il soccer “Maple Leaf” in una terra che da sempre affida le sue grandi passioni sportive all’hockey e alla variante del football chiamato canadese e le cui franchigie, nelle discipline che vanno per la maggiore in Nordamerica, prendono parte alle leghe statunitensi. L’occasione del Mondiale 2026 potrebbe portare al definitivo lancio del soccer nella seconda nazione più grande del mondo, così come avvenne dopo il ’94 in Usa. Un progetto, quello della CPL, che vede al primo posto lo sviluppo di una generazione di atleti e addetti ai lavori Made in Canada, e che vuole coinvolgere in ogni suo passo i tifosi.

CLICK HERE FOR THE ENGLISH VERSION

Abbiamo intervistato in esclusiva Paul Beirne, ex vicepresidente delle operazioni commerciali del Toronto FC, oggi Project Manager della nascente Canadian Premier League, grazie al solerte supporto del responsabile delle comunicazioni della CPL, Greg McIsaac.

Quali sono gli obiettivi che si prefigge la Canadian Premier League?
La CPL è semplicemente la lega di calcio del Canada, una lega professionistica da costa a costa. Giocando in luoghi conosciuti in tutto il mondo, la Canadian Premier League porterà il calcio professionistico alle comunità della nostra grande nazione. L’obiettivo finale è raggiungere il successo sul palcoscenico mondiale ma nel frattempo la lega si prefigura come un vantaggio per tutto il sistema calcio canadese. Grazie alla CPL molti più canadesi avranno un percorso chiaro per giocare a calcio da professionisti e coltiveremo anche una nuova generazione di dirigenti, arbitri e imprenditori. Localmente scateneremo la passione degli amanti del calcio promuovendo una nuova era di rivalità sportiva tra le comunità canadesi che resterà per le generazioni che verranno dopo di noi!

Quando avrà inizio la prima stagione e in quanti anni si stima di giungere ai primi risultati?
Non abbiamo ancora ufficialmente confermato una data di lancio. Abbiamo solo dichiarato che non faremo annunci fin quando non saremo pronti.

Sappiamo che le città di Hamilton e Winnipeg avranno la propria squadra impegnata nella CPL. Quali altre città saranno coinvolte?
Attualmente stiamo collaborando con alcuni gruppi imprenditoriali incredibilmente appassionati e impegnati per creare dei club di calcio nelle città chiave del Canada. Al punto in cui ci troviamo oggi, però, non abbiamo ancora ufficialmente confermato alcun luogo, ma ci aspettiamo di avere società impegnate nel campionato dalla costa atlantica a quella pacifica.

Quanto è importante per la CPL coinvolgere le scuole e le università?
Stiamo collaborando strettamente con importanti club e associazioni attivi nel mondo del calcio in tutta la zona canadese, comprese scuole e università. Ci aspettiamo che la Canadian Premier League diventi una seria destinazione a cui i calciatori universitari possano aspirare per giocare e lanciare le loro carriere.

La lega vuole sviluppare il soccer in Canada investendo su giocatori e coach di origine canadese. Quale politica attuerà nei confronti dei giocatori stranieri?
Posso confermare che la lega avrà un mix di giocatori nazionali e internazionali. Ulteriori dettagli sulla composizione dei roster tra calciatori canadesi e stranieri saranno annunciati successivamente.

Negli ultimi anni il Canada ha sviluppato numerose politiche per il riconoscimento e l’emancipazione dei popoli che fanno parte dei gruppi Inuit, First Nations e Metis. È ipotizzabile che la CPL sviluppi una regola per la quale nei roster di ogni squadra sia riservato almeno un posto ad atleti provenienti da questi gruppi etnici?
La Canadian Premier League sarà un campionato inclusivo che offrirà delle opportunità ai migliori giocatori canadesi e questo comprende anche i calciatori aborigeni. Ripeto: ulteriori dettagli sui roster saranno annunciati successivamente.

Quanto è importante sviluppare il merchandising sia all’interno del Canada che verso le altre nazioni? A quali strategie avete pensato?
Per la lega è fondamentale stringere un intenso rapporto con i canadesi, bisogna creare una autentica esperienza di calcio in ogni comunità che parteciperà alla CPL. Ovviamente il marketing, i brand e il merchandise giocano un ruolo importante nella creazione di questa esperienza. Noi lavoreremo a stretto contatto con tutti i club per assicurarci che abbraccino una immagine che rifletta ciascuna comunità. Ci riserviamo di consultarci strettamente con i gruppi di tifosi presenti in tutta la nazione. E’ la loro lega ed è importante che possano esprimersi sul modo in cui viene presentata.

Che tipo di relazione volete sviluppare con la MLS?
Come ex dirigente del Toronto FC, conosco bene l’incredibile lavoro che la Major League ha svolto per il calcio negli Stati Uniti. Abbiamo ovviamente molto da imparare da loro. Speriamo di avere un ottimo rapporto di lavoro con la MLS, ma le leghe sono due entità completamente separate. La Major League è la lega nazionale degli Stati Uniti, e la CPL è il campionato di calcio professionistico del Canada. Il nostro mercato chiave è il Canada, dobbiamo impegnarci nello sviluppo e nella crescita dei calciatori canadesi e dobbiamo creare una lega prospera per il bene dei tifosi canadesi.

In chiusura, in Canada ci sono oltre un milione di persone che vantano origini italiane. Quanto sarà importante per la lega coinvolgere queste comunità?
Gli italocanadesi sono tra i più informati, appassionati e patiti tifosi di calcio. Abbiamo già molti grandi italocanadesi impegnati nella creazioni di gruppi di supporter in tutta la nazione.

 

Per la traduzione ha collaborato Silvia Della Rossa 


 

Commenti

comments

Cristiano M. G. Faranna

Giornalista siculonapoletano. Collaboratore per l’agenzia videogiornalistica Videoinformazioni. Appassionato di Mls, della città di New York e della crescita del calcio in Canada

Leggi anche

Torna su