San Antonio, il sogno MLS ha inizio

San Antonio, Texas, una delle sette città più grandi degli Stati Uniti d’America ha visto il 7 gennaio 2016 iniziare il proprio sogno nel mondo del soccer.

Grazie alla Spurs Sports & Entertainment, società operante negli investimenti sportivi e proprietaria di diverse squadre tra i quali i cinque volte campioni NBA dei San Antonio Spurs, da quest’anno anche i cittadini di San Antonio potranno godersi una partita di soccer grazie ai loro San Antonio FC.

san antonio fcI precedenti ci sono stati con i San Antonio Scorpions hanno dato il via nel 2010 esordendo nel 2012 nella NASL ( North American Soccer League) e vincendola nel 2014. Nel 2015, complice la scesa in campo da parte della Spurs Sports & Entertainment nel dicembre 2015 è stata annunciata lo scioglimento della squadra e il ritiro della squadra.

Con l’ingresso della Spurs Sports & Entertainment ed un accordo stipulato con la città di San Antonio e la contea di Bexar ha avuto avvio la storia dei San Antonio FC.

“La sola ragione per cui abbiamo stipulato questo accordo è la MLS “

queste le parole del giudice della contea Nelson Wolff. Il progetto è grande ed ambizioso. Uno stadio all’avanguardia, una squadra competitiva e soprattutto la MLS.

Così inizia la storia di San Antonio FC, nuova squadra della USL ( United Soccer League) che ha dato il via alla sua stagione inaugurale due settimane fa con la vittoria per san antonio fc3-0 ai danni dei Seattle Sounder FC 2, appena tre mesi dopo l’inizio quasi completamente da zero.

Le premesse sembrano esserci tutte, dagli investimenti alla forza della squadra: nell’organico sono presenti, tra l’altro Carlos Alvarez ( ex Colorado Rapids), Josh Ford ( ex Seattle Sounders e Orlando City) e Sthephen McCarthy ( ex N.E. Revolution).

L’obiettivo è dichiarato: la MLS entro sei anni.

Per la questione stadio si tratterebbe di espandere l’attuale Toyota Field.

toyota field, san antonio


Commenti

Commenti

Simone Baldo
Simone Baldo, classe 1991. Laureato all’Università degli Studi di Milano-Bicocca in Comunicazione Interculturale. Ho iniziato a scrivere per Sprint&Sport

Leggi anche

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su