Pity Martinez all’attacco di De Boer: “Fosse per me…”

Diciamocelo: la prima stagione in MLS del Pity Martinez fino a questo momento è più che deludente. L’acquisto più caro della storia della MLS, il miglior giocatore sudamericano del 2018, non sta impressionando ad Atlanta e non solo perché i numeri parlano da soli (due gol e quattro assist in 18 partite), ma anche – e soprattutto – per l’atteggiamento in campo, ben lontano da quello tenuto da Almiron (giusto per non fare un esempio a caso) nelle scorse stagioni. Ora l’argentino, che nelle scorse settimane è stato accostato a un clamoroso ritorno al River Plate in prestito (poi smentito dal presidente Eales e da Frank De Boer), è tornato a far discutere parlando apertamente, e non in maniera positiva, del suo allenatore.

In gol contro St Louis nel quarto di finale di US Open Cup vinto 2-0, Martinez non ha voluto parlare alla stampa americana, ma ha rilasciato un’intervista pepata a Fox Sports Argentina, parlando del rapporto difficile con Frank De Boer e col club: “Se fosse per me, sarei già al River Plate” il titolo dato dalla stessa Fox Sports. Probabilmente una titolazione audace, ricalibrata poche ore dopo con un tweet dalla stessa emittente argentina, ma che qualcosa non vada è chiaro e palese a tutti: “Non ci sono possibilità che io torni al River – ha poi ritoccato il tiro il Pity -, hanno tratto delle conclusioni dove non c’erano e hanno fatto sperare migliaia di tifosi che mi hanno mandato messaggi. Li ringrazio, se fosse per me sarei già al River ma il mio club la vede diversamente e quindi non accadrà”.

Insomma, la stoccata – più soft – c’è stata comunque. Il problema però è tutto in Frank De Boer che dopo il 3-3 contro i New York Red Bulls ha criticato apertamente l’atteggiamento del Pity lamentando scarso impegno e voglia di sacrificarsi per la squadra. “Non sono d’accordo con l’idea di calcio del mio allenatore” ha tuonato senza giri di parole Pity Martinez, parlando delle idee tattiche e dello stile di gioco del tecnico olandese, rispondendo poi anche alle parole dello stesso De Boer: “E’ una brava persona, però le sue dichiarazioni non mi stanno bene. Non sono arrabbiato, però il fatto che abbia detto quello che cose alla stampa anziché direttamente a me mi ha dato fastidio”.

Un rapporto già ai minimi dopo pochi mesi di lavoro. Martinez parlerà alla stampa locale dopo l’allenamento, vedremo se ci sarà una nuova puntata nella telenovela.


Commenti

Commenti

Max Cristina
Giornalista dal 2006, scrivo per SportMediaset, TgCom24 e collaboro con Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com

Leggi anche

Torna su