Nick Rimando: supereroe tra i pali

23 aprile 2016. Una data che rimarrà scolpita nella mente di Nicholas Paul Rimando, per tutti “Nick”, nonostante la pesante sconfitta subita dal suo Real Salt Lake in casa dei Los Angeles Galaxy nella Week 8 di MLS. Il portierone di RSL ha disputato la sua partita numero 400 nella regular season confermandosi come il giocatore, ancora in attività, con più presenze della MLS seguito da Kyle Beckerman ( suo compagno di squadra a RSL).

nick rimando 400 capsNick mosse i primi passi sedici anni fa quando, nell’MLS SuperDraft del 2000, venne selezionato come trentacinquesima scelta assoluta dai Miami Fusion che lo prelevarono dall’università californiana di UCLA. Con i Fusion riuscì ad imporsi subito come titolare e conquistò, nel 2001, la MLS Supporters’ Shield.

Giocò in Florida per due stagioni poi, causa scioglimento della squadra, si trasferì nella capitale dove prese le difese della porta dei DC United dove nel 2004 realizzò il suo sogno conquistando la MLS Cup superando in finale i K.C. Wizard ( oggi Sporting Kansas City) per 3-2.

Nel 2006, tramite trade, venne scambiato con Freddy Adu ( enfant prodige considerato a suo tempo il nuovo Pelè) ed approdò nello Utah come nuovo portiere del Real Salt Lake dove divenne una leggenda. Grazie alle sue ottime prestazioni, un mix tra tecnica e riflessi felini, nel 2007 venne nominato MVP della propria squadra.

L’amore con Salt Lake City fu grande e scoppiò definitivamente nel 2009 quando, nella finale contro i Los Angeles Galaxy, Rimando e compagni portarono nello Utah il titolo di campioni. A livello internazionale, Nick ha disputato sino ad ora ventuno incontri con la nazionale maggiore aggiudicandosi, nel 2013, la Golden Cup grazie alla vittoria per 1-0 su Panama.

Con questa presenza Rimando ha scritto ulteriormente la sua già ricca storia diventando il secondo giocatore a raggiungere questo traguardo. Il primato dell’ex portiere Kevin Hartman (416 presenze in regular season, 411 da titolare) è nel mirino. “Voglio raggiungere quel record – ha dichiarato di recente il portiere di Real Salt Lake -. Sto bene e sono convinto di potercela fare, quindi perché no?”.

Due anni fa Rimando conquistò il primato di rete mantenute inviolata nel 3-0 contro i DC United, ma da allora ha saputo aumentare il divario con i colleghi, Hartman in primis, manick rimando salt lakentenendo il cleansheet per altre 12 volte (totale 125). Nel corso degli anni le sue skills sono migliorate con costanza e anche adesso, all’età di 36 anni, fargli gol non è semplice. Lo ha dimostrato parando il rigore a Gerrard in una serata sfortunata, caratteristica che nel corso degli anni lo ha reso enorme: il 35% dei tiri dal dischetto, infatti, li ha neutralizzati. Altri record sono lì a un passo:

Altre dodici partite da titolare e supererà Hartman nella speciale classifica; altre diciassette e avrà tutti i record per sé; altre sei vittorie da titolare e diventerà il portiere più vittorioso nella storia della MLS. Insomma, una leggenda con i guantoni. Incrociati sul petto come i primi portieri degli anni ’90 o meno, cambia poco.


Commenti

Commenti

Simone Baldo
Simone Baldo, classe 1991. Laureato all’Università degli Studi di Milano-Bicocca in Comunicazione Interculturale. Ho iniziato a scrivere per Sprint&Sport

Leggi anche

Torna su