“New York è solo Red Bulls”

New York è pronta: il derby tra NYCFC e New York Red Bulls si avvicina e in attesa di stabilire se l’Empire State Building si tingerà in senso figurato di rosso o di blu, le iniziative prepartita non mancano. Se c’è una cosa che negli USA e in MLS sanno fare è creare un evento e anche la stracittadina di New York, seppur senza tradizione di lunga data tra queste due società, non può essere da meno. Per respirare l’atmosfera sulla sponda Red Bulls, New Jersey abbiamo intervistato Angelo Giuseppe Greco, americano di nascita e italiano di origini con una passione per il soccer e per i Red Bulls (MetroStars) fin dagli albori.

Com’è nata la tua passione per il calcio negli USA?
Seguo il soccer0iu911jG e la MLS dal 1996 quando è stata fondata. Mio padre, grande fan dei MetroStars, mi comprò una maglietta della squadra. Da allora seguo sempre quelli che oggi sono i Red Bulls. Do il cuore per la nostra squadra come tutti i tifosi, canto novanta minuti e cerchiamo di supportare sempre e comunque i ragazzi

E’ aumentato il livello della MLS in questi 20 anni?
Sì, molto. Ma anche dei giocatori americani e delle giovanili. Tyler Adams e Sean Davis sono tutti Homegrown Players della Red Bulls Academy e hanno fatto un grande lavoro con le giovanili per permettersi di esordire in prima squadra

Come potrebbe la MLS competere coi campionati europei?
Secondo me dovrebbe cambiare qualche regola. Sarebbe interessante e divertente inserire il sistema di promozioni e retrocessioni come in Europa. In questo modo vedremmo tutte le squadre di MLS combattere per cercare di stare in alto in classifica.

I tifosi di Detroit e molti altri si lamentano di come la MLS tratta i supporters: com’è la tua esperienza?
Io non mi lamento, la mia vita da tifoso va benissimo e la realtà rispetto ai gruppi organizzati è diversa. Per i tifosi normali a ogni partita dei NY Red Bulls c’è The BULLevard con giochi e intrattenimento per tutti, dai tiri all’incrocio fino al calcio-tennis. C’è anche lo street-team che fa vedere diversi numeri da funamboli

L’anno scorso la scenografia fu riuscitissima alla Red Bull Arena: come vivete il derby a New York?
Il NY Derby significa molto per noi tifosi dei Red Bulls. Nel 2015 abbiamo vinto tutte le partite contro il NYCFC. L’anno scorso l’Empire State Building si colorò di azzurro perchè i tifosi del City votarono di più nel sondaggio cittadino, ma quello che conta è il campo e lì abbiamo dimostrato di essere i migliori. New York siamo noi.

Com’è l’atmosfera durante il match?
Veramente emozionante, specialmente quando The South Ward comincia a cantare. Il coro “Lets Go Redbulls” è qualcosa di fantastico.

Cosa ti aspetti dalla stagione MLS quest’anno per i Red Bulls?
Siamo partiti lentaCatturamente, ma ora sembra che la squadra abbia intrapreso la giusta via. Tutto è possibile e puntiamo a vincere almeno il Supporters’ Shield come nel 2015. Poi si vedrà

Per chiudere, qual è il tuo giocatore preferito?
Senza dubbio Felipe. E’ un grande giocatore, sa controllare il centrocampo e ha un gran bel tiro oltre che un’ottima tecnica. Dà tutto per novanta minuti ed è un bel giocatore da ammirare in campo

Un pronostico per la sfida dello Yankee Stadium?
Vinciamo noi. Dico City-Red Bulls 1-2. Doppietta di Bradley Wright-Phillips e Villa per loro


Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su