NASL: San Francisco Deltas, vincere subito | MLS Soccer Italia

NASL: San Francisco Deltas, vincere subito

Siamo agli inizi del 2017 e nell’ambito del soccer c’è stata una rivoluzione. La NASL ha infatti rischiato l’ennesimo fallimento che è però stato scongiurato in gran parte grazie al salvataggio dei NY Cosmos da parte di Rocco Commisso. La NASL ha però perso il ruolo esclusivo di second division o meglio nel 2017 se lo dividerà con la USL, una scelta presa dai vertici del calcio americano che ha lasciato perplessi un po’ tutti. Varie franchigie sono “scappate” dalla NASL quasi tutte per accasarsi proprio in USL, eccezion fatta per i Minnesota United sicuri di un posto in MLS. Al momento la NASL è composta da 8 franchigie ma l’idea sarebbe quella di arrivare a 12.

Prima di tutto questo cataclisma, esattamente un anno prima, veniva ufficializzato l’ingresso di una nuova franchigia nella NASL, per l’area di San Francisco, un’area Risultati immagini per san francisco deltasnon di poco conto. La franchigia scelse il nome di San Francisco Deltas e iniziò fin da subito tutti i vari passaggi burocratici per arrivare pronta per la stagione 2017. Nel corso di questa rivoluzione a San Francisco sono stati molto in ansia perché nel caso la NASL fosse fallita i piani sarebbero dovuti forzatamente cambiare ma, fortunatamente, ciò non è accaduto.

I San Francisco Deltas al momento si stanno concentrando parecchio sulla costruzione del roster, perché la piazza è ambiziosa e c’è voglia di vincere subito. I primi componenti del roster sono stati ufficializzati il 12 Dicembre 2016, 3 nomi:Risultati immagini per san francisco deltas jackson

Romuald Peiser, portiere francese, arrivato dagli Ottawa Fury è cresciuto nelle giovanili del PSG per poi passare in quelle del Bayer Leverkusen, dopodiché ha diviso la carriera tra Francia e Portogallo. In carriera ha vinto una coppa portoghese con l’Academica de Coimbra. Dal 2014 faceva parte del roster degli Ottawa Fury.

Nana Attakora, terzino canadese con origini ghanesi, arrivato dal Fort Lauderdale Strikers ha militato anche in MLS vestendo la maglia dei Toronto FC, dei San Jose Earthquakes e dei DC United senza lasciare mai tracce indelebili, una breve parentesi in Finlandia e poi il passaggio in NASL.

Jackson, esterno brasiliano, ha giocato in varie squadre in Brasile tra cui, la più importante, il Sao Paulo. In MLS ha fatto parte del roster degli FC Dallas e poi dei Toronto FC, arriva da svincolato.

In seguito il roster ha aumentato di numero con gli arrivi di:

Reiner Ferreira, esperto centrale brasiliano che ha giocato in gran parte in patria prima di emigrare in Portogallo prima e in Turchia poi.

Karl Ouimette, centrale canadese che ha giocato in MLS con la maglia dei NYRB.Risultati immagini per san francisco deltas szetela

Kenny Teijsse, terzino olandese appena acquistato dall’Utrecht.

Greg Jordan, centrocampista che in NASL ha trionfato con la maglia dei Minnesota United.

Cristian Portilla, centrocampista spagnolo che dopo esperienze in Segunda Division ha girato l’Europa prima di approdare negli States alla corte dei Deltas.

Michael Stephens, centrocampista rilasciato dai Chicago Fire che potrà essere uno degli elementi chiave per la mediana, in carriera ha vinto ben 2 volte la MLS.

Danny Szetela, centrocampista esploso nei Columbus Crew che in Europa ha giocato anche in Italia con la maglia del Brescia, tornato negli USA ha vestito prima la maglia degli Icon FC e poi quella dei NY Cosmos prima di venire rilasciato.

Maxime Bourgeois, ala francese cresciuto nell’Auxerre ha giocato sempre in Ligue 2 e a livello di NASL potrebbe essere uno dei migliori nel suo ruolo.

La costruzione del roster è solo all’inizio ma l’idea sembra quella di comporre una squadra che possa davvero competere per obbiettivi importanti, vincere fin da subito questo hanno in testa a San Francisco, alle sponde del Golden Gate Bridge.


Commenti

comments

Lorenzo Viganò

Seguo la MLS perché adoro la mentalità americana negli sport, in particolare, la spettacolarità che gli viene data grazie ai playoff. Reputo la MLS un campionato genuino, senza polemiche e che premia chi merita

Leggi anche

Torna su