Montreal Impact: Mancosu ha scelto di restare, preso Taider

Sembravano tempi duri per i giocatori italiani in MLS: nel 2018 la presenza tricolore sul suolo nordamericano pareva ridursi al lumicino e all’orizzonte non si vedono trattative in entrata, anzi. Dopo l’addio al calcio giocato di Pirlo, quello di Nocerino a Orlando City e quello “adottato” di Kakà, un altro nostro connazionale avrebbe potuto seguire Dzemaili lontano da Montreal e dagli Impact.

Ma non è andata così. Stiamo parlando di Matteo Mancosu, attaccante che ha avuto un ottimo impatto nel primo anno in Canada “panchinando” anche uno come Drogba, salvo poi non ripetersi ad altissimi livelli nella seconda stagione fino all’infortunio alla mano che ne ha chiuso anzitempo la stagione 2017. Il cambio tecnico da Biello a Remi Garde sembrava averlo penalizzato ulteriormente e il sardo dovrà riconquistarsi in allenamento un posto nei piani del nuovo allenatore. I contatti con diverse società italiane si sono intensificati nell’ultimo periodo, ma nessuna ha convinto la punta a lasciare il Quebec, come ha confermato l’agente del giocatore a Tuttomercatoweb.

Prima c’era il Parma, che però ha virato su altri attaccanti; poi il Brescia di Cellino, infine il Venezia di Pippo Inzaghi. Il pressing dei lagunari è stato concreto e deciso, ma non abbastanza: “Non sono arrivate offerte irrinunciabili e abbiamo valutato di rispettare il contratto in scadenza a dicembre 2018. Abbiamo pensato di pianificare qualcosa di nuovo per un momento, ma ora ripartiamo da Montreal con rinnovato entusiasmo”.

I Montreal Impact hanno ufficializzato l’arrivo dal Bologna di Taider. Il centrocampista franco-algerino del Bologna prende il posto lasciato vacante da Dzemaili ai Montreal Impact.


Commenti

Commenti

Max Cristina
Giornalista dal 2006, scrivo per SportMediaset, TgCom24 e collaboro con Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com

Leggi anche

Torna su