MLS, Toronto FC vola: il segreto è in panchina | MLS Soccer Italia

MLS, Toronto FC vola: il segreto è in panchina

La doppietta di Tosaint Ricketts che in dieci minuti appena è valsa la vittoria del Toronto FC in casa dei Columbus Crew nell’unico turno infrasettimanale della Week 11. Un successo importante per i canadesi giunti alla quinta vittoria consecutiva (la seconda in trasferta) come mai nessuno nel 2016 era riuscito a fare. Al MAPFRE Stadium coach Vanney è sceso in campo nuovamente senza Giovinco, così come accaduto a Seattle, ma dopo un primo tempo sofferto per la vivacità dei Columbus Crew, nel finale è uscito un valore su cui poche altre squadre possono contare: una panchina lunga.

Se Toronto FC può guardare tutti dall’alto dopo un inizio al rallentatore è anche per la bontà degli elementi a disposizione di Vanney che, in un tour de force come quello delle ultime giornate, può contare su ricambi all’altezza dei titolari capaci spesso e volentieri di essere decisivi. A Columbus l’esempio lampante con i gol vittoria pescati dalla panchina con lo scoppiettante Ricketts autore di una doppietta da tre punti. Ma l’attaccante canadese non è l’unico asso nella manica che Toronto FC può estrarre nelle varie rotazioni.

Una delle sorprese stagionali dal rendimento più alto è sicuramente l’esterno Raheem Edwards, grande protagonista nella vittoria contro Houston Dynamo di qualche settimana fa. Ma il vero salto di qualità la rosa canadese, pur senza strafare in sede di mercato, l’ha fatto a centrocampo. Vazquez e Chapman possono alternarsi al fianco di Bradley senza problemi, così come Cheyrou e Osorio possono giostrare alle spalle o al fianco di Altidore garantendo una buona qualità di palleggio in fase offensiva. A loro va aggiunto la qualità di Delgado e la fisicità di Cooper, ma anche la possibilità di cambiare modulo e difesa con l’arrivo di Mavinga ad alternarsi o affiancarsi ad Hagglund, Morrow e Zavaleta.

Insomma, Vanney può contare su almeno 15-16 elementi di livello in MLS senza contare i rincalzi come Endoh e Hamilton. Una condizione che poche società nella lega hanno saputo costruire con la stessa intelligenza. Ecco spiegato anche così il successo di Toronto FC in questo inizio di stagione. Con o senza Giovinco.


Commenti

comments

Max Cristina

Giornalista dal 2006, scrivo per SportMediaset, TgCom24 e collaboro con Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com

Leggi anche

Torna su