MLS SuperDraft 2019: ecco come funziona

E’ il giorno del MLS SuperDraft 2019, l’evento in cui i migliori ragazzi dei college americani e non solo, vengono pescati dalle franchigie MLS in ordine inverso rispetto all’ultima regular season. Quest’anno Cincinnati, esordiente in campionato, avrà la prima scelta assoluta, poi si procederà come sempre dalla peggiore squadra della MLS 2018 in su fino ad Atlanta United vincitori dell’ultima MLS Cup. Ecco come funziona.

DOVE E QUANDO
Il SuperDraft si svolgerà in quattro Rounds, divisi in due giorni, con i primi due che si terranno a Chicago, Illinois venerdì 11 gennaio 2019, e il terzo e quarto turno che sarà effettuato via conference call. Lo trasmetteremo in streaming sul nostro sito.

CHI PUO’ ESSERE SCELTO
I giocatori eleggibili al SuperDraft sono i ragazzi del NCAA college che hanno soddisfatto i requisiti. A loro vanno aggiunti i Generation adidas e i giocatori stranieri non presenti nei college. Ogni club dovrà presentare una lista dei giocatori da cui intende chiamare e solo i ragazzi inseriti nel gruppo potranno essere selezionati in uno dei quattro turni a disposizione delle ventidue franchigie. Molti dei ragazzi selezionabili si sono sfidati nell’MLS Player Combine, a Orlando, dove sono stati divisi in quattro squadre per essere visionati un’ultima volta da vicino dagli allenatori MLS e non solo.

COME FUNZIONA IL SUPERDRAFT
Come detto, ci sono quattro turni di scelta per ogni squadra che, per ogni turno, potrà scegliere un giocatore (salvo trades tra franchigie in cui qualcuno ha ceduto all’altra il proprio turno).
– La prima chiamata assoluta sarà di Cincinnati;
– Le successive chiamate saranno per le altrettante squadre che non hanno partecipato ai playoff MLS 2018, dalla più bassa alla più alta classificata nella regular season 2018;
– Le restanti chiamate verranno assegnate alle squadre seguendo la classifica della regular season tra le squadre eliminate allo stesso turno dei playoff;

L’ORDINE DELLE CHIAMATE AGGIORNATO
Ecco l’ordine di chiamata aggiornato in base alle trades.
Round 1:
1. Cincinnati
2. SJ Earthquakes
3. Orlando City
4. Dallas (via trade da Colorado)
5. Chicago Fire
6. Toronto FC
7. Minnesota Utd
8. Houston Dynamo
9. NE Revolution
10. Dallas (via trade da Montreal)
11. NE Revolution (via trade da Vancouver)
12. LA Galaxy
13. Cincinnati (via trade da Philadelphia)
14. DC United
15. Colorado Rapids (via trade da Dallas)
16. Cincinnati (via trade da LAFC)
17. Real Salt Lake
18. Columbus Crew
19. NYCFC
20. Seattle Sounders
21. Sporting KC
22. NY Red Bulls
23. Portland Timbers
24. Atlanta United

Round 2:
1. Cincinnati
2. SJ Earthquakes
3. Orlando City
4. Colorado
5. Cincinnati (via trade da Chicago)
6. Cincinnati (via trade da Toronto)
7. Minnesota Utd
8. Chicago Fire (via trade da Houston)
9. NE Revolution
10. Montreal Impact
11. Vancouver
12. LA Galaxy
13. Cincinnati (via trade da Philadelphia)
14. Orlando (via trade da DC United)
15. Toronto FC (via trade da Colorado)
16. LAFC
17. Real Salt Lake
18. Colorado Rapids (via trade da Columbus)
19. NYCFC
20. Seattle Sounders
21. Sporting KC
22. SJ Earthquakes (via trade da NYRB)
23. Portland Timbers
24. Atlanta United

COSA SUCCEDE AI SELEZIONATI
I ragazzi scelti al SuperDraft si aggregheranno al training camp delle società, ma solo la metà di loro entrerà a far parte dei rosters per la MLS. I giocatori draftati, ma non inseriti nelle rose, entreranno a far parte della “College Protected List” fino al 31 dicembre 2017, dopodiché la franchigia che ha selezionato il ragazzo perderà i diritti sportivi su di lui.


Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su