Una settimana esaltante per la MLS con l’annuncio dell’arrivo di Ibrahimovic ai LA Galaxy e dell’All Star Game contro la Juventus si è conclusa con una giornata disputata a ranghi ridotti. Solo sei partite per via dei numerosi impegni internazionali di svariati giocatori, ma non sono mancati risultati a sorpresa e soprattutto gol.

Non hanno sbagliato Columbus Crew e NY Red Bulls, confermando l’ottimo inizio di stagione soprattutto davanti al proprio pubblico. Higuain e compagni hanno superato 3-1 il DC United affidandosi per una volta più ai gregari che agli uomini classifica. Se Higuain e Martinez sono stati fondamentali in versione uomo-assist, Zardes non ha trovato la via del gol, ma sono stati Valenzuela e Clark – rispettivamente difensore e centrocampista – a vanificare la rete di Asad. Pedro Santos ha poi firmato il tris ancora prima dell’intervallo.

Più standard il successo dei New York Red Bulls contro Minnesota United con i Loons privi dei due difensori centrali. Dopo le danze aperte da Muyl, è toccato al solito Wright-Phillips il compito di trovare il gol con una doppietta da tre punti. Per il resto solo pareggi.

NE REVOLUTION-NY CITY 2-2
DALLAS-PORTLAND TIMBERS 1-1
COLUMBUS CREW-DC UNITED 3-1
NY RED BULLS-MINNESOTA 3-0
COLORADO RAPIDS-SPORTING KC 2-2
VANCOUVER WHITECAPS-LA GALAXY 0-0

Il risultato più sorprendente arriva sicuramente dal BC Place di Vancouver dove i Whitecaps non sono andati oltre lo 0-0 contro i Los Angeles Galaxy senza tutti i migliori giocatori tra infortuni e nazionale. In pochi si sarebbero aspettati un risultato positivo in Canada per i californiani, ma l’abilità di Sigi Schmid è stata quella di impostare una gara attenta e limitare al minimo i pericoli per la porta di Kempin. Un’occasione sprecata invece per i Whitecaps.


Commenti

Commenti

Max Cristina
Giornalista dal 2006, scrivo per SportMediaset, TgCom24 e collaboro con Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com

Leggi anche