MLS 2019: le verità del tredicesimo turno

Analizzare, capire, interpretare e spiegare quanto succede sui campi della MLS non è sempre semplicissimo. Tra trasferte infinite, campi in sintetico, turnover massiccio e qualche punto lasciato per strada in maniera scientifica per recuperare le forze, non è mai facile dare un giudizio sulle sfide della MLS. Per questo abbiamo deciso di limitarci ad analizzare il presente, al massimo il recente passato, per tirare il punto della situazione a palloni fermi. Dopo ogni giornata stileremo le (nostre) tre verità del turno di MLS appena giocato. Potete commentarle sulla nostra pagina Facebook o iscrivendovi al nostro gruppo privato di FB.

1) TORONTO, ABBIAMO UN PROBLEMA: INFINITO WONDOLOWSKI
Un punto nelle ultime cinque partite e l’impresa di far vincere una partita in trasferta ai San Jose Earthquakes. Il Wondolowski “on fire” salito a 150 gol in MLS dopo essersi preso il record storico della lega non può bastare per giustificare l’involuzione della squadra di coach Vanney che, tra infortuni e squalifiche, non riesce mai a scendere in campo con l’undici titolare. Dall’altro canto questo mostra tutti i limiti di una rosa ancora troppo corta in termini di qualità per competere ad alti livelli, confermando tutti i difetti della scorsa disastrosa stagione. I canadesi non hanno più la solidità difensiva del passato e davanti faticano molto a costruire azioni importanti. Il momento è negativo, c’è margine, ma dalle parti del BMO Field serve una scossa.
2) COLUMBUS, CHE COMBINI? COLORADO SORPRENDE
Momenti difficili anche per Caleb Porter alla guida dei Columbus Crew. La bella vittoria contro i LA Galaxy di qualche settimana fa è stato un fuoco di paglia, i gialloneri non riescono proprio a trovare una soluzione al momento di crisi. Una delle squadre più vecchie – ma anche strutturate – della lega ha perso otto delle ultime nove partite in MLS, l’ultima con un 3-2 contro i Colorado Rapids che ha consegnato a Howard e compagni la seconda vittoria stagionale. Non ci siamo proprio, l’ottimo inizio di campionato è stato già gettato al vento.
3) FINALMENTE RUSSELL, SPORTING KC RESPIRA
Sotto il rendimento standard di un DP, criticato, fuori condizione e chi più ne ha più ne metta. Johnny Russell non ha iniziato al meglio la stagione 2019 della MLS con Sporting KC, ma la sfida contro i Seattle Sounders vinta 3-2 potrebbe essere il punto di svolta anche della sua annata oltre che quella della squadra di Vermes. L’attaccante scozzese nel momento più delicato dell’anno ha deciso di tirare fuori dal cilindro una tripletta che ha messo al tappeto i Sounders.

Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su