MLS 2019: come giocano le squadre di Western Conference e i voti al mercato

Ci siamo! Manca poco alla nuova stagione della MLS. Con l’addio del Tata Martino e di Almiron e nonostante l’arrivo del Pity Martinez, i campioni in carica di Atlanta ne escono ridimensionati e non è certa la sua vittoria finale. Confermarsi nel campionato Nordamericano è molto difficile, se non impossibile. Ma cerchiamo di capire come potrebbero scendere in campo le varie squadre MLS, tenendo conto che il mercato sarà aperto fino a inizio maggio e dunque queste sono valutazione antecedenti il kickoff stagionale.

Colorado Rapids
4312. Howards, Serna, Smith, Sjoberg, Rosenberry; Boateng, Feilhaber, Acosta; Gashi; Kamara, Rubio. All. Anthony Hudson.
Note: La squadra ha cambiato molto. Ancora si prevede qualche movimento soprattutto in uscita dove ci sono troppi centrali. Manca un terzino sinistro anche perché Rosenberry è un destro. La squadra andrà sicuramente meglio della passata stagione ma non è ancora da sesto posto. Ultima stagione per Howard.
Voto 6

FC Dallas
4411. Gonzalez; Cannon, Hedges, Ziegler, Pedrosa; Barrios, Gruezo, Acosta, Mosquera; Aranguiz; Badji; All. L. Gonzalez
Note: Hanno cambiato tanto e soprattutto a livello di politica del club. Giovani da crescere grazie a coach Gonzalez e pochi nomi importanti. Attacco debole almeno sulla carta, si spera nel bel gioco.
Voto 5,5

Houston Dynamo
4231. Willis; De la Garza, Struna, Funemayor, Beasley; Cerén, Cabezas; Elis, Martinez, Quioto; Manotas. All. W. Cabrera.
Note: Houston parte sempre forte per poi cedere alla distanza e Cabrera applica alla squadra sempre un bel gioco. In difesa ci sono dubbi sulla tenuta mentre li davanti non hanno bisogno di presentazione.
Voto 6,5

Los Angeles FC
433. Miller; Beitashour, Zimmerman, Jakovic, El Munir; Nguyen, Atuesta, Horta; Rossi, Diomande, Vela. All. B. Bradley.
Note: Hanno cambiato poco. Hanno una descreta squadra. Sicuramente arriveranno nei playoffs.
Voto 7

LA Galaxy
442. Bingham; Feltscher, Romney, Skjelvik, Polenta; Alessandrini, J. Dos Santos, Kitchen, Lletget; Ibrahimovic, Jamieson IV; All. B. Schelotto.
Note: Non è una squadra da titolo e l’impressione è che pure quest’anno suderanno per un posto ai playoffs. Ibrahimovic non ha un partner d’attacco all’altezza e la difesa non è costante. Hanno il dubbio sul quarto DP.
Voto 6

Minnesota United
442. Mannone; Metanire, Boxall, Opara, Calvo; Ibarra, Alonso, Gregus, Molino; Quintero, Rodriguez. All. A. Heath.
Note: La migliore Minnesota da quando sono in MLS. Anche se con un Heath in panchina, potrebbero ambire al sesto posto, utile ai playoffs. La fase difensiva è sempre stata pessima, ora hanno un Alonso ed un Opara che sono stati presi appositamente. Recuperato Molino, l’italiano Mannone difenderà i pali.
Voto 6,5

Portland Timbers
433. Attinella; Moreira, Mabiala, Dielna, Villafana; Guzman, Chara, Polo; Blanco, Valeri, Ebobisse. All. G. Savarese
Note: Manca la prima punta, presi giovani interessanti. Playoffs assicurati, ma dove possono arrivare?
Voto 7

Real Salt Lake
433. Rimando; Lennon, Glad, Onuhoa, Herrera; Rusnak, Beckerman, Kreilach; Savarino, Baird, Joao Plata. All. M. Petke.
Note: Il solito Petke, cura la fase offensiva, meno quella difensiva. Baird non è una prima punta né un falso nueve ma lo fa giocare in quella posizione frenando la sue qualità.
Voto 6

San Josè Earthquakes
442. Vega; Lima, Lopez, Kaisha, Affolter; Eriksson, Jungwirth, Fernandes, Vako; Espinoza, Hoesen. All. M. Almeyda
Note: Cambiato tanto in difesa, l’impressione è che manchi qualcosa in mezzo al campo. In avanti Wondolowski tenterà di entrare nella storia della MLS, ma l’età ne limiterà i minuti.
Voto 6

Seattle Sounders
4231. Frei; Leerdam, Marshall, Kee-Hee, Smith; Roldan, Svensson; Rodriguez, Lodeiro, Morris; Ruidiaz. All. B. Schmetzer.
Note: Tra le pretendenti al titolo e con un Morris in più. Partiranno piano per arrivare forte, come sempre.
Voto 8

Sporting Kansas City
433. Melia; Zusi, Fontas, Besler, Sinovic; Espinoza, Ilie, Gutierrez; Russell, Nemeth, Fernandes. All. P. Vermes
Note: La migliore squadra della MLS. Potrebbero subire la fatica della Concacaf Champions League. Vermes è una sicurezza in panchina.
Voto 8,5

Vancouver Whitecaps
442. Crépeau; Sutter, Godoy, Henry, PC; Bangoura, Felipe Martins, Hwang, Teibert; Reyna, Montero. All. M. Dos Santos.
Note: Squadra che ha cambiato tantissimo. Partiti buoni giocatori, la squadra ha abbassato l’età media. Di sicuro affidamento lo staff che lavora con Dos Santos. Forse a centrocampo qualcosa sarà da rivedere.
Voto 6


Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su