MLS 2019: come giocano le squadre di Eastern Conference e i voti al mercato

Ci siamo! Manca poco alla nuova stagione della MLS. Con l’addio del Tata Martino e di Almiron e nonostante l’arrivo del Pity Martinez, i campioni in carica di Atlanta ne escono ridimensionati e non è certa la loro vittoria finale. Confermarsi nel campionato Nordamericano è molto difficile, se non impossibile. Ma cerchiamo di capire come potrebbero scendere in campo le varie squadre MLS, tenendo conto che il mercato sarà aperto fino a inizio maggio e dunque queste sono valutazione antecedenti il kickoff stagionale.

Atlanta United
343. Guzan; Escobar, Parkhurst, Pirez; Gressel, Remedi, Nagbe, Bello; Barco, J. Martinez, Pity Martinez. All. F. De Boer
Note: Cambiando allenatore, c’è molta curiosità attorno alla squadra. La città vive di calcio ormai e la pressione si farà sentire. Barco si gioca molto della sua carriera e Josef Martinez non sembra poter ripetere il numero di goals della passata stagione.
Voto 7,5

Chicago Fire
4231. Ousted; Hasler, Marcelo, Kappelhoff, Edwards; McCarty, Schweinsteiger; Frankowski, Mihaijlovic, Katai; Nikolic. All. Veljko Paunovic.
Note: Hanno cambiato molto, ma non in maniera determinante. Anzi confusionaria. Le fasce sono il punto debole della squadra. Prese tante ali di dubbio valore e attaccanti tra cui l’ottimo CJ Sapong. In difesa tantissimo da rivedere. L’impressione è che in casa possano far bene ma in trasferta sarà una fatica. Alla lunga potrebbero cedere.
Voto 5,5

FC Cincinnati
4231. Tyton; Powell, Lasso, Waston, Garza; Alashe, Ulloa; Ledesma, Bone, Lamah; Adi. All. Alan Koch.
Note: primo anno di MLS. Squadra che sembra solida in difesa. Manca un regista puro e il solo Adi li davanti sembra poca cosa.
Voto 6,5

Columbus Crew
4231. Steffen; Afful, Abubakar, Mensah, Valenzuela; Trapp, Artur; Santos, Higuain, Meram; Zardes. All. C. Porter.
Note: Rispetto alla scorsa stagione è cambiato solo l’allenatore con Berhalter che si è andato a sedere sulla nazionale USA. Giocano ormai a memoria ed Higuain sembra all’ultima sua stagione in Ohio.
Voto: 6

DC United
442. Hamid; Fisher, Birnbaum, Brillant, McCann; Arriola, Canouse, Segura, Rodriguez; Acosta, Rooney. All. B. Olsen.
Note: Anche loro hanno cambiato poco rispetto al finale della scorsa stagione. Dubbi sulla tenuta difensiva.
Voto 6,5

Montreal Impact
433. Bush; Sagna, Cabrera, Camacho, Lovitz; Novillo, Piette, Taider; Jackson- Hamel, Urruti, Piatti; All. R. Garde.
Note: Preso Urruti, hanno fatto pochi altri movimenti. Niente di nuovo all’orizzonte tranne per il buon precampionato.
Voto 5

New England Revolution
433. Turner; Farrell, Delamea, Mancienne, Castillo; Caldwell, Zahibo, Caicedo; Fagundez, Bunbury, Penilla. All. B. Friedel
Note: Indicati tra le pretendenti per l’ultimo posto di conference
Voto 4

NYCFC
451. Johnson; Tinnerholm, Chanot, Callens, Sweet; Ring, Ofori, Medina, Moralez, Lewis; Mitrita. All. D. Torrent.
Note: Manca Villa e si sente. Mitrita non è una prima punta. Avrebbero dovuto prendere un DP in difesa anche perché Callens ha voglia di tornare in patria. Con una prima punta potrebbero ambire a qualcosa di importante.
Voto 6,5

NY Red Bulls
4231. Robles, Murillo, Parker, Long, Lawrence; Davis, Valot, Muyl, Kaku, Royer; Wright-Phillips. All. C. Armas.
Note: Una delle pretendenti al titolo. Giocano bene, hanno perso Adams volato in Europa ed hanno un BWP che ha un anno in più sulle gambe.
Voto 7,5

Orlando City
451. Rowe; Ruan, Sanè, Ascues, Joao Moutinho; Nani, Higuita, Rosell, Kljestan, Mendez; Dwyer. All. J. O’Connor.
Note: Squadra debole e mal costruita. Preso Nani, ma è il contorno a mancare.
Voto 4

Philadelphia Union
4312. Blake; Gaddis, McKenzie, Trusty, Fabinho; Ilsinho, Medunjanin, Bedoya; Fabian; Burke, Picault; All. J. Curtin.
Note: Preso il messicano Fabian, negli altri reparti la squadra si è indebolita. Curtin riuscirà a prendere almeno il sesto posto?
Voto 5,5

Toronto FC
442. Bono, Auro, Ciman, Maviga, Morrow; Delgado, Bradley, Osorio, Pozuelo; Altidore, Boyd. All. G. Vanney.
Note: Hanno perso Giovinco. La squadra non è quella di due anni fa e non è stata rafforzata come si deve. Pozuelo è un buon centrocampista ma va più a sostituire Vazquez. Rischia di non arrivare nuovamente ai playoffs.
Voto 5


Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su