MLS 2018, si parte: le stelle da tenere d’occhio

Non ci sono più Andrea Pirlo e Ricardo Kakà, ma la MLS 2018 offre diversi spunti dal punto di vista del talento del presente e del futuro. Trentaquattro partite di regular season per fare la differenza e, perché no, attirare l’attenzione degli osservatori di mezzo mondo per pescare occasioni importanti a prezzi contenuti. Non solo Villa e Giovani dos Santos, volti noti del panorama calcistico mondiale, ma anche Barco, Almiron ad Atlanta e Vela al LAFC. Talento allo stato puro che innalzerà il livello di gioco della lega. Abbiamo scelto 10 giocatori da tenere d’occhio, non solo per il FantaMLS.

Il Sudamerica la fa da padrone e nel 2018 in MLS scenderanno in campo giocatori che in passato si sono laureati campioni dei rispettivi campionati, in Uruguay come in Colombia o chi, come Ezequiel Barco, ha trionfato in Copa Sudamericana.

NEMANJA NIKOLIC (Chicago Fire)
Impossibile non fare il suo nome. L’attaccante ungherese è il Golden Ball in carica con i suoi 24 gol nella stagione d’esordio in MLS con i Chicago Fire. E’ il punto di forza di Paunovic, il bomber capace di tramutare in rete il gioco dei biancorossi dell’Illinois. Ripetersi è sempre difficile, ma sarà il compito dell’ex Legia Varsavia.

VICTOR VAZQUEZ (Toronto FC)
Nell’anno del primo storico trionfo di TFC in MLS lo spagnolo cresciuto nel Barcellona è stata l’arma in più, il collante tra la solidità in fase difensiva di Vanney e l’attacco atomico formato da Giovinco e Altidore. E’ il braccio destro di Giovinco e un allenatore in campo, un giocatore in grado di far girare un’intera squadra con tranquillità ed esperienza.

EZEQUIEL BARCO (Atlanta United)
E’ l’uomo dei record fuori dal campo, il crack su cui il Tata Martino ha investito per il trasferimento più costoso della storia della MLS. Reduce dal trionfo in Copa Sudamericana con l’Independiente, inizierà la stagione con la tegola di un infortunio 4-6 settimane che ne rallenterà l’inserimento. Ha personalità, talento, qualità e tante aspettative su di lui. Un giocatore che tramite la MLS potrà presto trasferirsi in Europa.

DIEGO VALERI (Portland Timbers)
E’ stato l’MVP del 2017 trascinando i Timbers fino alla finale di Conference. E’ il direttore d’orchesta di Portland, anche se il cambio tecnico con l’arrivo di Savarese potrebbe portare qualche modifica al suo modo di giocare. Viene da 21 gol e 11 assist e ripetersi sarà complicato, ma resta comunque il punto di forza in Oregon.

BASTIAN SCHWEINSTEIGER (Chicago Fire)
Ha deciso di restare a Chicago e firmare un nuovo contratto. Il suo modo di lavorare e allenarsi sono una certezza anche per il 2018, quando starà bene sarà sicuramente un punto di forza per Paunovic. C’è da mettere in conto qualche acciacco, ma la sua presenza in mezzo al campo ha dato una grossa mano ai Fire nella scorsa stagione per qualità ed esperienza.

SEBASTIAN GIOVINCO (Toronto FC)
Tutti i fari sono accesi sulla Formica Atomica, l’uomo che ha cambiato la percezione della MLS anche tra gli addetti ai lavori. Sarà sicuramente protagonista in coppia con Altidore con i suoi gol e i suoi assist per il gigante al suo fianco. L’obiettivo è fare bene in CONCACAF Champions League, che però finisce ad aprile, quindi avrà tutto il tempo di gestirsi.

CARLOS VELA (Los Angeles FC)
E’ la stella del nuovo LAFC, il primo DP annunciato dalla nuova franchigia. Nel precampionato l’ex messicano della Real Sociedad ha già dimostrato di poter portare grande qualità in California e dopo un periodo di adattamento saprà sicuramente portare punti pesanti per i compagni. Attraverso il LAFC dovrà confermarsi la chiamata per il Mondiale in Russia col Messico.

MIGUEL ALMIRON (Atlanta United)
Sicuramente il giocatore più chiacchierato e sorprendente del 2017, l’uomo in grado di spostare gli equilibri per velocità e giocate. Non a caso è stata sua la maglietta più venduta nella scorsa stagione e quest’anno, con un Barco in più, è chiamato a confermarsi. E’ la stagione che potrebbe consacrarlo e renderlo pronto per il salto in Europa dove gli estimatori non mancano di certo.

DAVID VILLA (New York City)
Capitano e goleador del New York City, pronto alla quarta stagione in MLS sempre con la stessa qualità. El Guaye ha segnato più con la maglia del City che con quelle di Barcellona, Atletico e via dicendo. Attraverso i suoi gol e il suo carisma passano i sogni di MLS Cup per coach Vieira.

FRATELLI DOS SANTOS (Los Angeles Galaxy)
Sono i fratelli più famosi e qualitativi della MLS e del calcio messicano. Dovranno risollevare i Galaxy dalla peggior stagione della loro storia. L’asse centrocampo-attacco su cui in California fanno molto affidamento.


 

Commenti

Commenti

Max Cristina
Giornalista dal 2006, scrivo per SportMediaset, TgCom24 e collaboro con Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com
Torna su