Il Covid-19 rallenta l’espansione della MLS

La pandemia di Covid-19 ha causato i primi cambiamenti ufficiali sui piani futuri della MLS, non solo per il torneo in corso a Orlando. La lega ha infatti annunciato lo slittamento di un anno della stagione inaugurale di tre delle prossime quattro Expansions, a causa dei problemi lavorativi e commerciali creati dal virus e i rallentamenti dei lavori per gli stadi di proprietà da costruire.

Austin FC sarà l’unica franchigia che potrà rispettare i tempi previsti, entrando in MLS già nel 2021. Per le altre è stato deciso lo slittamento: Charlotte entrerà nel 2022 anziché l’anno prossimo, così come St Louis e Sacramento lo faranno nel 2023 anziché nel 2022.

Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su