Honda in viaggio verso la MLS

Le intenzioni sembrano esserci tutte. Keisuke Honda ( 圭佑 本田) starebbe valutando la possibilità di trasferirsi nella MLS visto il poco spazio che sta ottenendo nel Milan di Vincenzo Montella.

Arrivato tra molto scetticismo al Milan nel gennaio del 2014 sotto la guida di Allegri, con molta fatica è riuscito ad inserirsi appieno nei meccanismi rossoneri. Seedorf, Pippo Inzaghi, poi il duo Siniša Mihajlović-Christian Brocchi, con nessuno di questi allenatori è riuscito ad imporsi come titolare fisso se non in una parte dell’ultima stagione con con il 4-4-2 del tecnico serbo. Lì Honda si è ritagliato un discreto spazio come esterno destro di centrocampo, un ruolo non suo che non lo fece comunque rendere al massimo.

In passato stella dei russi del CSKA di Mosca, e prima ancora degli olandesi del VVV-Venlo, per lui aveva garantito l’allora C.T. della nazionale nipponica Alberto Zaccheroni: “E’ un giocatore con una grande personalità, il Milan ha fatto bene a puntare su di lui. Ha bisogno di giocare molti palloni durante la partita, possiede forza e tecnica”Le premesse dell’ex tecnico del Milan, non sono state ripagate appieno dal giocatore giapponese. Probabilmente i continui cambi di allenatore, cosa di cui si è lamentato spesso, e l’utilizzo in una posizione non sua hanno contribuito nel ” bloccare” il talento del ragazzo di Osaka.

Ora, con Vincenzo Montella alla guida, la musica non sembra essere cambiata, anzi. Così il fantasista giapponese guarda già alla sua prossima avventura.

Come riporta anche il sito ufficiale della MLS, le probabili destinazioni potrebbero essere i Los Angeles Galaxy o i New York City FC. La franchigia della “città degli angeli”, vedrà scadere nella fine del 2016 il contratto a Steven Gerrard. Come lui anche Andrea Pirlo e Frank Lampard per i New York City liberando, di fatto, una slot per un contratto da Designated Player.

Le dichiarazioni dello stesso Honda, rilasciate a gennaio durante un evento a lui dedicato nel sud della California, hanno posto la prima pietra: “sono molto interessato alla MLS. La lega è in continua crescita e un sacco di giocatori famosi sono venuti a giocare qui”. Toccherà ora alle franchigie della MLS continuare a costruire la nuova casa del numero dieci rossonero.


Commenti

Commenti

Simone Baldo
Simone Baldo, classe 1991. Laureato all’Università degli Studi di Milano-Bicocca in Comunicazione Interculturale. Ho iniziato a scrivere per Sprint&Sport

Leggi anche

Torna su