History repeating: cinquant’anni fa gli Atlanta Chiefs campioni della prima stagione NASL

Atlanta è sul tetto dell’America del soccer. Esattamente 23 anni dopo il titolo ’95 della Major League Baseball conquistato dai Braves, la città capitale della Georgia è tornata ad alzare un trofeo grazie alla MLS Cup vinta dagli Atlanta United. Un innamoramento con il gioco del calcio che negli ultimi anni ha battuto ogni record di partecipazione e di presenze allo stadio, ma che ha radici profonde perché esattamente cinquant’anni fa un’altra squadra della città, Atlanta Chiefs, si consacrò campione della prima stagione della North American Soccer League, la NASL che da lì a qualche anno sarebbe divenuta un fenomeno non solo sportivo, ma di costume, capace di catapultare negli States i maggiori campioni del calcio mondiale.

Gli Atlanta Chiefs furono fondati nella seconda metà degli anni ’60 da Dick Cecil, vicepresidente dei Braves che, rimasto colpito dai Mondiali del ’66 in Inghilterra, decise di fondare un club di calcio per incrementare gli introiti dell’allora stadio cittadino. La prima stagione fu in NPSL  nel 1967 e nel 1968 il passaggio alla NASL. Una stagione strepitosa con la squadra allenata dal gallese Phil Woosnam, ex West Ham e Aston Villa, che dopo una prima stagione da calciatore nella compagine della Georgia si accomodò in panchina per il debutto nella nuova serie. Insieme a lui in campo dal Regno Unito Peter McParland e Vic Crowe, il centrocampista giamaicano Delroy Scott e l’attaccante sudafricano Kaizer Motaung che tornato in patria darà vita ai Kaizer Chiefs, la famosa squadra di Soweto chiamata così proprio in omaggio ai suoi anni passati ad Atlanta.

Una stagione vincente per i calciatori della Georgia che conclusero il girone di Atlantic Division della Eastern Conference al primo posto con 174 punti in un campionato che prevedeva sei punti per la vittoria, tre per il pareggio e uno per ogni goal segnato in una partita fino a un massimo di tre. Dopo aver affrontato e battuto nella finale di Conference i Cleveland Stokers, vincitori della Lakes Division, i Chiefs incontrarono in doppia finale i San Diego Toros, vincitori della Western. Zero a zero in trasferta al Balboa Stadium e un secco tre a zero al ritorno ad Atlanta, dinanzi a quasi quindicimila spettatori, un pò i pionieri che hanno portato ai settantamila spettatori che oggi fa l’M-B Stadium. A portare la vittoria le reti di McParland, Scott e Motaung.

I Chiefs proseguirono in NASL fino al 1973, ottenendo un secondo posto generale e una vittoria nella Southern Division. Nel 1979 essi rinacquero dal trasferimento dei Colorado Caribous in città, rimanendo attivi fino al 1981. Un sogno, una vittoria, che ha lasciato i suoi semi, germogliati in questa MLS Cup 2018.


Commenti

Commenti

Cristiano M. G. Faranna
Giornalista siculonapoletano. Appassionato di MLS, della città di New York e della crescita del calcio in Canada. Info&contatti: cmgfaranna@gmail.com

Leggi anche

Torna su