Goal of the Week 28

Non ci sono dubbi, il gol più bello, o almeno quello più emozionante di questa Week 28 l’ha messo a segno lui: Landon Donovan. Captain America è tornato per dare una mano alla causa Galaxy e lo ha fatto nel migliore dei modi. Dopo appena sessanta secondi di gioco ha messo il segno nel pareggio per 2-2 contro Sporting Kansas City con un preciso sinistro.

Seattle supera Vancouver con la rete del giovane Morris. Il colpo di testa a volo d’angelo del numero tredici supera il portiere avversario segnando la rete della vittoria.

New England non si ferma più e Rowe sembra essere dello stesso avviso. Il suo destro da fuori area è come un fulmine a ciel sereno per Bush che non può far nulla per fermarlo se non raccogliere la sfera in fondo al sacco.

Dopo la vittoria nelle U.S. Open Cup, Dallas continua a rendere orgogliosi i propri tifosi andando a pareggiare per 2-2 in casa dei New York City. La prima rete della franchigia texana porta la firma di Maxi Urruti che da posizione angolatissima riesce a superare Saunders realizzando la rete del momentaneo pareggio ospite.

Il brasiliano Alex regala i tre punti agli Houston Dynamo grazie ad una cavalcata personale finalizzata con un bel esterno sinistro. La rete del definitivo 1-0 permette a Houston di agguantare la vittoria numero sei in campionato.

Jozy Altidore mette in mostra, nella sfida contro i New York Red Bulls, anche le sue capacità balistiche. Magnifica è la rete su punizione del momentaneo 3-2 a favore degli ospiti.

Non avranno vinto, anzi la sconfitta per 4-1 da parte dei Columbus Crew pesa molto, ma gli Orlando City riescono a mettersi in mostra con l’attaccante canadese Clyne Larin che da fermo e col sinistro mette a segno la rete della bandiera.

Stessa sorte per Pontius e i Philadelphia Union. Anche loro sconfitti sono riusciti a mettersi in mostra con la bella rete da fuori area del centrocampista a stelle e strisce.

 

Commenti

Commenti

Simone Baldo
Simone Baldo, classe 1991. Laureato all’Università degli Studi di Milano-Bicocca in Comunicazione Interculturale. Ho iniziato a scrivere per Sprint&Sport

Leggi anche

Torna su