Gerson Mayén, lo spauracchio dei Sounders

Si sa la MLS è piena di stranieri che danno spettacolo nei vari campi, ma ci sono pure tanti statunitensi in giro per il mondo. Uno di questi, Gerson Mayén, è stato protagonista nella sconfitta in Concacaf Champions League dei Seattle Sounders per opera della squadra di El Salvador del Santa Tecla. Sia chiaro si tratta solo della gara di andata e c’è la partita del ritorno per ribaltare il 2-1 del campo, per di più con più allenamenti sulle gambe.

Come dicevamo, Gerson Mayén è uno statunitense, classe 1989 nato a Los Angeles ma che grazie al doppio passaporto ha già giocato per la nazionale di El Salvador. Mayén che ha giocato in MLS molto giovane dal 2008 al 2011 con i Chivas USA, è un centrocampista di qualità, uno di quelli de “La pelota siempre al diez“, in grado di vedersi poco durante i 90 minuti ma che con una giocata può decidere una partita.

A El Salvador è un idolo, forse lento per la MLS, diciamo più da USL, ma resta il fatto che con due goals ha deciso la partita di andata contro i più quotati uomini di Schmetzer. Una bella rivincita per uno che arrivato giovanissimo in MLS non si è potuto esprimere al meglio.


Commenti

Commenti

Sebastiano Trovato
Siciliano, laureato in Economia. Appassionato di nuoto e di calcio. Mi occupo di MLS da sempre e del futbol argentino dal punto di vista della storia del campionato, dei protagonisti e degli aspetti economici e di marketing del gioco.
http://smtrovato.altervista.org/

Leggi anche

Torna su