Furia Columbus: gol annullato per fallo… dell’arbitro!

Incredibile quanto successo nell’ultimo turno di MLS nella sfida tra DC United e Columbus Crew, dove durante l’ultimo turno di campionato si è scritto un nuovo capitolo della storia del Var. Protagonista l’arbitro Ted Unkel, che con la sua decisione ha fatto infuriare i Crew: nel match contro i DC United, sul risultato di 0-0, il direttore di gara ha infatti annullato la rete del vantaggio degli ospiti per un fallo commesso… da lui stesso. Una situazione irreale, quasi comica, accaduta intorno alla mezz’ora del primo tempo della sfida vinta poi dalla squadra di Rooney con il punteggio di 3-1.

23esimo minuto della prima frazione, durante un’azione a centrocampo il direttore di gara si scontra involontariamente con Acosta e Trapp e in questo modo fa cadere il primo e consente al secondo di servire Santos in fascia. Il numero 7 dei Columbus entra in area e batte Hamid, ma poi l’arbitro consulta il Var e decide di annullare la rete. Dalle immagini potrebbe sembrare che Unkel sanzioni il possibile fallo precedente commesso al limite dell’area, ma dopo aver annullato il gol il direttore di gara indica il centrocampo (ovvero il luogo dello scontro con Acosta) per la ripresa del gioco, punendo di fatto il proprio intervento ‘falloso’. E scatenando le inevitabili polemiche, perché l’arbitro è parte del gioco…

Oltre al danno la beffa: qualche minuto dopo il fattaccio, il DC United segna l’1-0 con Luciano Acosta (27′) e poco dopo anche il raddoppio con Wayne Rooney su calcio di rigore. Il Columbus Crew non riesce più a reagire e la squadra dell’ex United vince 3-1 volando al primo posto della Eastern Conference insieme al Philadelphia Union (20 punti in 11 giornate).

Qui il commento di Caleb Porter, coach di Columbus a fine partita sull’episodio.


 

Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su