E’ finita l’era Giovinco in MLS

Le voci degli ultimi giorni ora hanno un carattere ufficiale: Sebastian Giovinco è stato venduto dal Toronto FC all’ Al Hilal, club dell’Arabia Saudita, dove percepirà 11 milioni a stagione.

“Avrei voluto chiudere qui e vivere a Toronto anche a fine carriera – ha spiegato la Formica Atomica – ma la poca trasparenza della società e l’offerta inaccettabile che mi hanno fatto dopo due anni che chiedevo il rinnovo dimostrano che Toronto è concentrato su altri obiettivi piuttosto che sul desiderio di vincere.

Diranno che vado via per soldi, ma la verità è che avrei anche accettato un ribassamento dello stipendio per tenere alto il nome di TFC, ma non è il loro obiettivo evidentemente”.

Per la MLS si chiude un’era, quella che proprio grazie all’arrivo di giocatori come Giovinco aveva trasformato il campionato da cimitero degli elefanti a qualcosa di innovativo, con uno sguardo a campioni in piena forma dall’Europa e non solo. Giovinco in Canada ha lasciato il segno come MVP, come goleador e non solo per la conquista della MLS Cupo nel 2017.

Il campionato nordamericano perde una delle sue stelle, sicuramente un brutto colpo anche per noi appassionati italiani, ma sulla decisione di Sebastian – che non può prescindere dal lato economico – ha sicuramente pesato anche un rapporto deteriorato con la società canadese che non ha dimostrato di avere le stesse ambizioni di vertice del numero 10. Dopo Vazquez quindi TFC perde anche Giovinco, il prossimo potrebbe essere Altidore.

Non ci sono cifre ufficiali, ma fonti vicine a Toronto FC parlano di circa 3 milioni di dollari incassati dalla società per la cessione agli arabi.


 

Commenti

Commenti

Max Cristina
Giornalista dal 2006, scrivo per SportMediaset, TgCom24 e collaboro con Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com

Leggi anche

Torna su