Detroit, il progetto MLS

La Major League Soccer (MLS) è pronta a sbarcare a Detroit. Seguendo il piano di espansione annunciato dal Commissioner Don Garber che prevede la crescita della lega a 28 squadre, il proprietario dei Detroit Pistons Tom Gores e quello dei Cleveland Cavaliers Dan Gilbert hanno ufficializzato la loro partnership per costituire una franchigia MLS nella città del Michigan.

detroit, mls, gores, gilbertLe intenzioni dei due magnati americani sono molto serie e lo stesso Don Garber volerà a Detroit per discutere e valutare la proposta. “Detroit è una città in crescita – si legge nel comunicato congiunto di Gores e Gilbert – e sappiamo quanto il potere dello sport sappia creare una comunità attiva e un senso civico di rinascita dopo il fallimento dichiarato nel 2013. Siamo veramente eccitati della possibilità di portare la MLS in questa città e costituire un gruppo di investitori affidabile per questo progetto”.

Progetto che prevede anche la costruzione di un nuovo stadio in città, come si intende dal comunicato, e le ricerche per un sito adatto al nuovo impianto sono già cominciate a partire dal centro cittadino per portare la Major League Soccer nel cuore pulsante della città.

Una scelta non casuale quella del Michigan, area ancora priva di una franchigia MLS ma nella quale il calcio è in rapida e poderosa crescita. Il soccer è lo sport più popolare nello stato americano con 92mila giocatori registrati e se la proposta di Gores e Gilbert avrà successo, Detroit diventerà la prima città americana ad avere quattro impianti sportivi in 10 minuti di cammino: Ford Field, Comerica Park, Detroit Red Wings arena e lo stadio che arriverà.

Don Garber di recente ha ricordato i piani di espansione della MLS con la volontà di aggiungere quattro squadre alla lega entro il 2018. Atlanta United sarà la prima e si aggiungerà alla lega nel 2017; Los Angeles FC debutterà nel 2018 mentre Minnesota United non ha ancora una data di ingresso ufficiale. Infine c’è il progetto Miami di Beckham. Detroit, come Sacramento, St Louis, San Antonio e Austin, sono candidati validi per il passaggio della MLS a 28 squadre.


Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su