Dalla Serie A alla MLS: a caccia del sogno americano | MLS Soccer Italia

Dalla Serie A alla MLS: a caccia del sogno americano

Dopo aver cercato di capire quali siano i talenti made in MLS che potrebbero prendere un volo in direzione Europa, con il mercato alle porte è giunta l’ora di capire quali calciatori di Serie A potrebbero fare il percorso inverso, considerando parametri di età e maggiori soddisfazioni personali, anche sulla base delle scelte già compiute da altri campioni o “semplici” giocatori. In questo senso, nel massimo campionato italiano ci sono diversi calciatori che potrebbero spingere il proprio procuratore a trovare un ingaggio in una delle 22 franchigie di Major League.

Dopo la già avvenuta dipartita di Blerim Dzemaili, uno che in Serie A di certo non sfigurava, convinto da Saputo ad aiutare gli Impact di Montreal nella rincorsa al titolo, i prossimi potrebbero essere altri due ex bolognesi, come Alberto Gilardino e Alessandro Diamanti. Il biellese è reduce da quella che probabilmente è la peggiore stagione della carriera: prima a Empoli e poi a Pescara, il “Gila” non ha trovato la sua dimensione, non riuscendo a siglare alcun gol, cosa che non gli era mai capitata da quanto ha esordito in Serie A (correva l’anno 1999/2000, ndr). Per questo, il 35enne ex Parma e Milan potrebbe pensare di chiudere la carriera rincorrendo quello che sarebbe un breve sogno americano (vista l’età), ma più soddisfacente della stagione che si sta per chiudere.

Il discorso è molto simile per Alessandro Diamanti. Il mancino del trequartista toscano è tra i più raffinati e rispettati in Serie A, e farebbe comodo ai reparti offensivi di molti roster della lega americana. Molto spesso però il genio si è accompagnato alla sregolatezza, che, a 34 anni, è ora che venga messa da parte: così, Diamanti potrebbe pensare di espatriare per l’ennesima volta, magari regalando sprazzi di showtime apprezzatissimi in tutti gli sport statunitensi.

Altro nome illustre che potrebbe lasciare il nostro campionato è Marco Borriello. L’aura da divo del bomber campano non ne ha mai limitato la professionalità riconosciuta da tutti gli addetti ai lavori, e questo sembra l’abito perfetto per presentarsi al gala americano. In più, Borriello viene da 16 reti in campionato, una salvezza tranquilla e una seconda giovinezza che lo spinge a sperare in un pass per Russia 2018.

Scorrendo velocemente la lista dei nomi papabili alla prenotazione per un volo Oltreoceano, saltano all’occhio i nomi di Goran Pandev, Gonzalo Rodriguez, Giancarlo Gonzalez e Sulley Muntari, tutti reduci da una stagione molto tribolata, ma ansiosi di essere nuovamente decisivi. Di qui, il macedone potrebbe rilanciarsi a suon di gol e assist in un campionato meno intenso tatticamente di quello italiano; l’argentino sembra voglioso di restare in Europa e le sue qualità suggeriscono che gli verrà dato ancora (e giustamente) spazio; il costaricano si avvicinerebbe a casa, imponendo le sue indubbie capacità difensive mal espresse a Palermo, e il Bologna – club a cui sembra essere destinato – potrebbe essere lo step per poi pasasre agli Impact come Dzemaili; il ghanese potrebbe raccogliere l’ultimo ingaggio importante, abbinando il suo lavoro alla sua passione per le auto appariscenti: in questo senso, il Miami FC di Nesta (e Totti?) sembra la meta perfetta, anche se in NASL.

Cercando infine qualche nome più giovane, c’è chi potrebbe seguire le orme di Giovinco e Nocerino, abbandonando la Serie A in cerca di nuovi stimoli, abbinando un’età verde ad un talento non sempre espresso. In questo cluster appaiono diversi nomi: da quello più sorprendente di Andrea Bertolacci (sul cui groppone pesano i 20 milioni investiti dal Milan), a quelli più cristallini di Emanuele Giaccherini e “Matigol” Fernandez, al più esotico ma certamente stimolante Keisuke Honda: già accostato a New York e ai Sounders, il nipponico sarebbe perfetto nella doppia veste di professionista esemplare e ambasciatore del calcio asiatico, condite dal carisma da star che lo avvolge.

di Luca Innocenti


 

Commenti

comments

Redazione

MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su