Can PL: Cavalry in vetta, canadesi top scorer. Le verità del terzo turno

Sono bastate poche settimane alla Canadian Premier League per sancire, almeno per ora, le leader di questa Spring Season anche se, in un campionato nuovissimo come quello canadese, le sorprese sono all’ordine del giorno e spesso quello che valeva una settimana prima non conta una settimana dopo, come vedremo nel prosieguo di questo articolo. Nella settimana che ha visto riposare lo York9 FC a salire in classifica è stato il Cavalry. Ecco le tre verità.

FORGE FC – PACIFIC FC 3-0

CAVALRY FC – VALOUR FC 1-0

VALOUR FC – HFX WANDERERS FC 1-0

FORGE FC – CAVALRY FC 1-2

FC EDMONTON – PACIFIC FC 0-0

CAVALRY IN VETTA

La squadra di Calgary ha rimediato tre vittorie in tre partite, due delle quali negli ultimi giorni contro Valour FC e Forge FC. La squadra guidata da coach Wheldon jr. appare come quella più quadrata, capace di fare risultato con una buona impostazione tattica e sapendo anche attendere il momento opportuno, come capitato proprio contro il Forge in cui Nico Pasquotti ha segnato il definitivo 2 a 1 in zona Cesarini. Difesa a tre, quattro a centrocampo e due mezze punto a lanciare l’attaccante, questo lo schema mostrato dalla cavalleria dell’Alberta. La squadra, secondo i dati transfermarkt, è terza per valore della rosa, 1 milione e ottocentomila euro circa, ma soprattutto è prima in età media, 25,1, segno che una certa maturità  in un campionato giovanissimo non guasta, e terza per numero di calciatori stranieri in rosa, ben 7, segno che l’internazionalità e la conoscenza di campionati più maturi può fare la differenza. A seguire il Valour FC, secondo per valore della rosa, un milione e novecentomila euro, penultima per età media, 24,1 e tra i club ad avere meno giocatori stranieri, quattro. A onor del vero però, la squadra di Winnipeg ha una partita in più rispetto al Cavalry e due vittorie e due sconfitte rispetto alle tre vittorie della capolista. Attenzione all’FC Edmonton, squadra con un trascorso in NASL, che ha appena due partite e quattro punti.

CANADESI SUGLI SCUDI

Se la settimana scorsa furono i calciatori internazionali a segnare più reti, questo turno ha evidenziato il riscatto dei canadesi, con ben sette reti segnate sulle nove totali. Segno che l’idea di un campionato capace di far crescere il soccer in una terra tradizionalmente legata a hockey, lacrosse e football canadese, sta maturando bene. A emergere fra tutte la rete di Anthony Novak, venticinquenne attaccante del Forge FC che contro il Pacific ha compiuto una prodezza balistica in pochissimi centimetri, calciando dal lato sinistro della porta, con il portiere su di lui, al lato destro e insaccando in maniera spettacolare. I protagonisti sono un melting pot tra atleti cresciuti nei ranghi di casa, come il già citato Pasquotti, cresciuto a Calgary nella squadra dei Foothills (USL PDL), o formatisi in campionati esteri, un esempio è Calum Ferguson, autore della rete che ha concesso al Valour di battere il Wanderers; canadese di madre scozzese che in Europa ha mosso i primi passi calcistici. Attuale capocannoniere della serie con due reti Kadell Thomas, giovane promessa dei Sigma FC e attuale attaccante del Forge.

CALCIO EQUILIBRATO

L’equilibro sembra l’unica conferma certa di queste prime settimane di Canadian Premier League, non tanto tra le squadra, ma nel gioco mostrato, con un calcio che assomiglia sempre di più a quello messo in campo nei campionati italiani. Soltanto otto le reti nelle cinque partite giocate tra giovedì e domenica, con il più alto score, tra reti fatte e subite, attualmente detenuto dal match tra Forge FC e Pacific FC, con i padroni di casa vincenti per tre segnature a zero.


Commenti

Commenti

Cristiano M. G. Faranna
Giornalista siculonapoletano. Appassionato di MLS, della città di New York e della crescita del calcio in Canada. Info&contatti: cmgfaranna@gmail.com

Leggi anche

Torna su