Calciomercato MLS: il pagellone della Eastern Conference | MLS Soccer Italia

Calciomercato MLS: il pagellone della Eastern Conference

La MLS 2017 è ormai alle porte ed è tempo di valutazioni anche se il calciomercato non è ancora chiuso. Andiamo quindi ad analizzare in che modo si sono mosse le franchigie cominciando da quelle della Eastern Conference.

ATLANTA UNITEDRisultati immagini per miguel almiron atlanta united
VOTO: 8.5

La neonata franchigia della Georgia è partita col botto. Il coach è di livello mondiale, parliamo del Tata Martino. I tre DP sono Hector Villalba, ala dal grande talento ma che al Tijuana ha reso sotto le aspettative; Miguel Almiron, centrocampista arrivato dal Lanus per $ 13.000.000 che era seguito anche da grandi club europei e Josef Martinez, arrivato dal Torino per $ 5.500.000. A questi vanno aggiunti elementi come Kenwyne Jones, Jeff Larentowicz, Chris McCann, Michael Parkhurst, Brad Guzan (arriverà a Luglio), Carlos Carmona e Tyrone Mears che sono giocatori di ottimo livello. Inoltre va considerata la presenza di giovani molto interessanti come Brandon Vazquez, Miles Robinson ed Andrew Carleton. L’unico difetto? Il roster sembra avere la coperta corta, o meglio ci sono elementi dalle ottime qualità con dei sostituti però mediocri, e in una competizione lunga come la MLS potrebbe essere un fattore da non sottovalutare.

CHICAGO FIRE
VOTO: 7.5

Dopo due stagioni che definire deludenti è un eufemismo, in Illinois si sono rimboccati le maniche. Paunovic ci aveva avvertito che, in quel di Chicago, ci sarebbe stata una rivoluzione e così è stato. Sono stati confermati elementi chiave come Michael De Leeuw, David Accam e Joao Meira e sono arrivati giocatori dal notevole potenziale. L’attacco ha visto l’innesto dell’ungherese Nemanja Nikolic che insieme a De Leeuw potrebbe formare una coppia da 20/25 gol in regular season. A centrocampo invece si è andati sul sicuro, dopo 1 anno in Messico è tornato in MLS Juninho (ex LA Galaxy) e insieme a lui a rinforzare la mediana è arrivato l’ormai ex capitano dei NYRB Dax McCarty. Salutato Sean Johnson il portiere titolare sarà Matt Lampson. Il voto poteva essere più alto se fosse arrivato un rinforzo di livello anche in difesa ma c’è ancora tempo…

COLUMBUS CREW
VOTO: 7.5Risultati immagini per ola kamara columbus crew

Confermati tutti gli uomini chiave ovvero Federico Higuain, Ola Kamara e Will Trapp i quali restano così al centro del progetto di coach Berhalter. Ha salutato il capitano Parkhurst finito ad Atlanta ma in difesa si è lavorato bene è stato infatti riscattato Naess a cui si sono aggiunti Jonathan Mensah, nazionale ghanese, e Josh Williams, ex TFC. Sempre in difesa sarà interessante l’impatto di Jukko Raitala, nazionale finlandese, che con Afful potrebbe formare un’ottima coppia di terzini. In mezzo al campo: si è perso Saeid, finito ai MNUFC, sostituito perfettamente con Mohammed Abu e si è puntato su due giovani: Artur, arrivato in prestito dal Sao Paulo e Abuchi Obinwa, arrivato dalle giovanili dell’Hannover. I problemi sono in attacco, Ola Kamara dà grandi garanzie ma il solo Adam Jahn non basta come vice, urge una punta e anche in fretta altrimenti si rischia di aver fatto un mercato a metà.

DC UNITED
VOTO: 5

Un mercato a due facce quello operato dalla franchigia di Washington. Sulle rive del Potomac regna l’incertezza in porta, infatti Bill Hamid giocherà per i DCU ma dovrà prima guarire completamente il suo ginocchio e i tempi di recupero sono ancora lunghi, i portieri utilizzabili restano Worra (disastroso nelle poche uscite del 2016), Horton (0 presenze in MLS) e il rookie Klenofsky. In difesa non va molto meglio infatti a parte le doverose e ottime conferme di Birnbaum e Franklin il resto convince poco e capitan Boswell  inizia a sentire il peso dell’età. A centrocampo le cose migliorano, tante conferme (Sarvas e Acosta su tutte) e un innesto interessante, Ian Harkes, classe ’95 dall’ottimo avvenire. Sulle ali i DCU stanno sereni, Lloyd Sam, Patrick Nyarko, Lamar Neagle e Sebastien Le Toux sono un’ottima fanteria. In attacco confermato (con rinnovo) Patrick Mullins, si aspetta il ritorno di Chris Rolfe e c’è curiosità per vedere all’opera Jose Guillermo Ortiz che nella preseason ha ben impressionato e che andrà a colmare il vuoto lasciato da Kennedy Igboananike trasferitosi in Grecia.

MONTREAL IMPACT
VOTO: 7Risultati immagini per adrian arregui montreal impact

Positivo il mercato effettuato della franchigia di Joey Saputo. In primis conta tantissimo la conferma di Ignacio Piatti, capitano e leader tecnico della squadra. Il reparto arretrato, portieri compresi, è stato totalmente confermato con l’aggiunta di un ottimo terzino come Chris Duvall (ex NYRB). Anche in mezzo al campo tante conferme con l’aggiunta di Adrian Arregui, pitbull argentino e di Blerim Dzemaili che arriverà solo a Maggio. I problemi sono sulle ali dove mancano alternative, anche se il recente approdo di Lovitz garantisce più scelta, e in attacco dove oltre a Matteo Mancosu nessuno garantisce tanti gol.

NEW ENGLAND REVOLUTION
VOTO: 4

Per i Revs, con grande probabilità, sarà un 2017 da fondo classifica. Il roster è quello dell’anno scorso che ha visto i Revs non arrivare al post season, oltre a ciò sono andati via Barnes e Goncalves che erano due leader difensivi e a sostituirli sono arrivati Mlinar ed Angoua i quali non fanno certo cambiare molto. A centrocampo coperta cortissima e sarebbe gradito se qualcuno spiegasse l’utilità di Xavier Kouassi arrivato l’anno scorso da infortunato e ancora 0 minuti in maglia Revs. In avanti i nomi sono noti: Lee Nguyen, Kei Kamara, Juan Agudelo e Teal Bunbury compongono un ottimo attacco ma avere dei buoni attaccanti non basta per un’intera stagione, serviva dell’altro.

NEW YORK CITY FC
VOTO: 7.5Risultati immagini per maxi moralez nycfc

Risolto (finalmente) il problema portiere, infatti Saunders è stato rilasciato e al suo posto arriva un veterano della MLS come Sean Johnson. In difesa ottime le riconferme di Ronald Matarrita e di Maxime Chanot a completare il reparto dei centrali è arrivato Alex Callens centrale della nazionale peruviana. Un buon lavoro ma visti i soldi risparmiati per gli ingaggi di due top player come Iraola e Lampard forse si poteva virare su un nome più conosciuto per rinforzare la retroguardia. In mezzo al campo hanno salutato Frankie Lampard ed Andoni Iraola ma le loro non partenze sembrano essere state ben colmate, Pirlo è stato confermato, Sterzter in MLS ha dimostrato di essere un buon centrocampista e c’è molta curiosità attorno a Yangel Herrera, talentino venezuelano di proprietà del Manchester City. Inoltre sono arrivati Alexander Ring, mediano nazionale finlandese e Maxi Moralez che con la sua imprevedibilità potrebbe essere un’arma vincente per Patrick Vieira. In attacco invece confermati Villa, Harrison e McNamara a cui si aggiungono Sean Okoli, top scorer in USL l’anno scorso, e Rodney Wallace, ala ex Portland Timbers.

NEW YORK RED BULLS
VOTO: 5.5

In porta i NYRB possono stare tranquilli, è rimasto Luis Robles e alle sue spalle ci saranno Meara e il giovane Luongo. La vera incognita è la difesa, l’anno scorso il reparto arretrato dei Red Bulls è stato falcidiato dagli infortuni e quasi sempre molto gravi. Collin è stato riconfermato, Perrinelle rientra da un grave infortuno Lade e Baah sono ancora infortunati. Insomma non una situazione ottimale e se si pensa che come rinforzi sono arrivati solo due giovani come Hassan Ndam (Superdraft) e Aaron Long (NYRB II) non si può certo sorridere. A centrocampo i NYRB hanno perso il loro capitano Dax McCarty finito a Chicago e nel NJ hanno deciso di optare per dei rinforzi tutti dalla giovane età, sono infatti arrivati Metzger, Basuljevic e Lewis. Una mossa sensata ma azzardata dato che bisognerà realmente capire il valore di questi tre ragazzi. Sulle ali ed in attacco invece la situazione è più che serena confermati tutti resta da capire chi sarà il vice BWP, sembra destinato a partire nuovamente Anatole Abang mentre per Brandon Allen si pensa ad un altro anno in USL.

ORLANDO CITYRisultati immagini per giles barnes orlando city
VOTO: 6.5

La conferma di Joe Bendik è una buona notizia, un portiere di buon affidamento serve sempre. Come riserva fa discutere la scelta di prendere Josh Saunders dai NYCFC visto le prestazioni tutt’altro che convincenti avute nella grande mela. La difesa era il reparto da sistemare e sono arrivati PC, Danny Toia e Jonathan Spector, tre giocatori di buonissimo valore e che formano un ottimo parco terzini ma il problema dei centrali resta, dov’è il difensore centrale che guida la difesa? Ancora non c’è e questo è un peccato capitale. Nel 2016, a stagione in corso, partì, tra le polemiche, Darwin Ceren che verrà sostituito dall’ottimo Will Johnson che porta in dote una notevole esperienza in MLS. Lo scambio Shea-Barnes è stata un’ottima operazione visto che là davanti mancava un supporto a Larin e che, come già detto, il parco terzini era già ben assortito e così Brek Shea non è stata una perdita esagerata.

PHILADELPHIA UNION
VOTO: 8

In Pennsylvania si sono mossi con estrema intelligenza. In porta sono stati confermati sia Blake che McCarthy. In difesa sono arrivati due rinforzi come Giuliano Wijnaldum e Oguchi Onyewu che, infortuni permettendo, possono dare un buon contributo. In mezzo al campo si temeva per la perdita del capitano Tranquillo Barnetta ma a sostituirlo è arrivato Haris Medunjanin, centrocampista bosniaco dall’ottima esperienza internazionale, senza dimenticarsi di Adam Najem metronomo di centrocampo, cresciuto nei NYRB e prelevato dagli Akron Zips e della conferma di Roland Alberg, autentica rivelazione della scorsa MLS. In attacco confermati CJ Sapong e Charlie Davies ed a loro vanno aggiunti il rientro in patria di Fafà Picault e l’approdo di Jay Simpson, attaccante scuola Arsenal.

TORONTO FCRisultati immagini per victor vazquez toronto fc
VOTO: 9

Il roster era già notevolmente forte è stato potenziato ancora di più. In porta confermati Clint Irwin ed Alex Bono. In difesa tutti confermati con l’aggiunta di un buon terzino come Chris Mavinga. Buono anche il lavoro svolto a centrocampo, tutti confermati, con l’aggiunta dello spagnolo Victor Vazquez, canterano del Barcellona. In attacco confermati (ovviamente) Sebastian Giovinco e Jozy Altidore, ai quali si aggiungono le ulteriori di Toisant Ricketts ed Jordan Hamilton che si sono mostrate delle valide alternative durante la scorsa stagione.


 

Commenti

comments

Lorenzo Viganò

Seguo la MLS perché adoro la mentalità americana negli sport, in particolare, la spettacolarità che gli viene data grazie ai playoff. Reputo la MLS un campionato genuino, senza polemiche e che premia chi merita

Leggi anche

Torna su