Il sogno di Davies, dalla guerra civile alla MLS

Articolo originale di luglio 2016 "Di Trainspotting, Kenshiro, dell'Uomo Tigre, di Super Mario Kart, degli olandesi del Milan, che ne sanno i 2000". Pienamente d'accordo con Gabry Ponte, Danti e la loro canzone, già diventata tormentone. Ma, come sempre, c'è l'eccezione che conferma la regola: Alphonso Davies. Classe 2000, appunto. Di calcio

Carrascal non è Almiron: non ha bisogno della MLS

Colombia, Spagna, Ucraina, Argentina. Cartagena, Siviglia, Leopolis, Buenos Aires. Millonarios, Atletico Siviglia, Karpaty, River Plate. Immaginatevi di guardare uno di quei film dove, a un certo punto, esce la cartina topografica del mondo e delle linee partissero proprio da Cartagena per toccare le mete sopracitate. Mete che non sembrano avere un senso logico

Welcome home Pepito: Rossi è tornato, tra ricordi e dribbling alla sfortuna

Messi insieme fanno 694 abitanti. 298 Fraine, Abruzzo; 396 Acquaviva d’Isernia, Molise. A un certo punta della propria vita, Fernando, incontra Cleonilde, figlia del sindaco del piccolo comune molisano, e si innamora, perdutamente. Tanto da lasciare l’Italia per volare in America, insieme. Professoressa di italiano Cleo, insegnante di italiano e spagnolo

McConaughey e Pulisic, il futuro del soccer

“Chi è il tuo eroe?” Smoking bianco, papillon nero e uno dei discorsi agli Oscar più belli di sempre. A quella domanda, fattagli da una persona molto importante, un Matthew McConaughey quindicenne rispose: “Sai chi è? Sono io, tra 10 anni”. E 10 anni dopo? Stessa risposta, da un Matthew 25enne:

Handwalla Bwana: dalla sete ai record con i Sounders

- Articolo del maggio 2018 - Passeggiata di quelle insonni, l’altra notte, su LiveScore. Inghilterra, Italia, Argentina, Cile, Cina… passo dopo passo, touch dopo touch, si arriva finalmente a USA-MLS. “Toh, Toronto perde con Seattle”. Clicchi sulla freccia e voli a vedere i marcatori. Classico Bruin di sempre, classico Osorio di