Allenatori MLS: chi viene e chi va

Qualche ufficialità, come Tab Ramos a Houston, c’è già stata, ma le prime ore di postseason in MLS sono caratterizzate dai rumours sugli allenatori, da sempre punto dolente della lega. Le indiscrezioni sono molte e non riguardano tanto i nomi in entrata, quanto cambi della guardia a partire dal New York City FC di Dom Torrent.

L’ex vice di Guardiola ha detto basta dopo i deludenti playoff, finiti subito con la sconfitta interna contro Toronto, e la società della Grande Mela si sta muovendo per portare allo Yankee Stadium, sì ancora lì ahi noi, un allenatore in grado di prendere l’eredità dello spagnolo, vera arma in più del NYCFC in questa stagione. Il nome caldo è quello di Giovanni van Bronckhorst. L’ex tecnico del Feyenoord è entrato da poco nel giro del City Football Group e ha le carte in regola per farsi largo a New York.

Spostandoci verso ovest, le indiscrezioni sono diventate ufficialità del divorzio tra Chicago Fire e coach Veljko Paunovic. Il tecnico serbo dopo aver raggiunto i playoff al suo primo anno, ha fallito l’appuntamento con la postseason nelle stagioni successive, mostrando anche dei limiti in fase di gioco e risultati. Totale della sua esperienza in MLS: 41 vittorie, 58 sconfitte e 37 pareggi. Lo scorso ottobre era stato confermato fino alla stagione 2020 compresa, ma qualcosa è cambiato e nel ritorno dei Fire al SoccerField nella prossima stagione, lui non ci sarà.

Chi sarà il prossimo? Vedremo, intanto c’è da capire chi sarà il primo storico allenatore di Inter Miami dopo che uno dei candidati, Santiago Solari, è tornato al Real Madrid con un ruolo secondario. Si fa il nome di Gallardo del River Plate.


Commenti

Commenti

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su