It’s Called Soccer – s06 ep15

Prima pagina

Il Pachuca è campione continentale

Alla fine, l’impresa finale a Columbus non è riuscita. L’altitudine e l’atmosfera claustrofobica dell’Estadio Hidalgo – che sono meriti da assegnare al Pachuca, e non scuse da affibbiare a Columbus – hanno svolto la loro parte, e sicuramente anche l’intossicazione alimentare che avrebbe colpito quasi la totalità dei Crew ha limitato esponenzialmente le possibilità degli uomini di Nancy, ma alla fine la sconfitta è stata netta, meritata, e soprattutto la prestazione dei padroni di casa degna dei migliori vincitori di questa competizione. In generale, la storia del Pachuca è una di quelle che andrebbe raccontata con più attenzione, celebrata come una delle più belle storie di uno small market capace di trionfare nonostante un budget molto piccolo – inferiore a quello non solo delle big messicane, ma anche di tutte le franchigie MLS – e con un focus alto sul proprio settore giovanile, nel silenzio dei media locali, ben più impegnati a parlare dei colossi di Città del Messico e Monterrey.

 

Taglio medio

Non scommettete sulla MLS

Perché le due migliori squadre fino ad ora della regular season possono perdere contro due squadre in enorme difficoltà come Atlanta e Nashville – le prime due a cambiare allenatore quest’anno. E poi Nashville, dopo aver battuto la migliore franchigia per punti a partita fino ad ora, può essere sconfitta nel fine settimana dalla peggiore di tutta la lega. Questo campionato non ha alcun senso.

 

Atlanta licenzia Gonzalo Pineda

La sconfitta casalinga contro Charlotte, la quinta consecutiva, ne aveva scritto il destino. Una squadra sì reduce dal grande successo infrasettimanale contro Miami, ma che non era stata in grado di imparare né la lezione delle sconfitte né il suggerimento della vittoria: questa squadra non è costruita per pressare alta perché il centrocampo è molto aggressivo ma la difesa è molto lenta e assolutamente aliena a questo tipo di sforzi, e questo crea un buco gigantesco in mezzo al campo che Atlanta semplicemente non ha i mezzi per coprire. La partita contro Miami, giocata all’insegna di una squadra più corta e meno aggressiva, aveva dato una via d’uscita dalla crisi, ma in quella contro Charlotte Pineda è ricascato in tutto quello che ha complicato la sua esistenza su quella panchina. E i bonus erano finiti.

 

È tornato Walker Zimmerman

https://x.com/benwright/status/1796008474326802576

E le prestazioni difensive di Nashville sono cresciute a dismisura.

 

Ed è tornato anche Maxi Moralez

https://x.com/EganSoccerWords/status/1797362829357412540

Trenta minuti di calcio per portare la partita dall’1-1 con cui era entrato al 5-1 NYCFC.

 

I cartellini scemi di Bernardeschi

La sua stagione fino ad ora è stata eccezionale, e la sua carriera rivitalizzata, ma comunque non riesce a non prendersi dei cartellini veramente stupidi, come i due gialli che gli costeranno la terza squalifica stagionale.

 

I premi (quelli MLS)

MVP della settimana
Chicho Arango

https://x.com/realsaltlake/status/1797090526937993632

Seconda tripletta stagionale, oh, e segna anche da centrocampo. Che gli vogliamo dire? MVP. Perché la quantità è una qualità.

Gol della settimana
Mateusz Bogusz

https://x.com/RinconMLS/status/1796156726816735654

La sua pulizia di calcio è una delle cose più esaltanti di questa MLS.

 

Assist della settimana
Hector Herrera

https://x.com/MLS/status/1797113668649267703

È finalmente tornato ai suoi livelli anche lui

 

Parata della settimana
Oliver Semmle

Senza questo intervento, Philadelphia avrebbe raccolto la sua quinta sconfitta consecutiva in casa, un dato mai visto prima ad ora nella storia di questo gruppo.

 

Prospetto della settimana
Esmir Bajraktarevic

https://x.com/MLS/status/1797084445016572290

Primo gol in MLS, in una vittoria fondamentale in questa stagione disgraziata.

 

Giocatore Next Pro della settimana
Adem Sipic

https://x.com/ameriultrastalk/status/1797087559123718464

Doppietta, sia pure nel recupero, per dare a Huntsville dei punti in una stagione disgraziata

 

I premi (quelli meta)

MVP romantico
Dax McCarty

https://x.com/cboehm/status/1795991367115583856

Continuerà a giocare a questo livello anche a novant’anni. Eterno.

 

Miglior assist ad honorem
Jakob Glesnes

https://x.com/JoserNunez91/status/1795984945178951837/video/1

Bellissimo anche il controllo di Quinn Sullivan.

 

Premio della critica alla partita ubriaca della settimana
Miami – St. Louis

Sei gol, alcuni dei quali bellissimi, e un autogol di Suarez, una cosa che non si vede tutti i giorni.

 

Premio Lenin a Real Salt Lake

Risvegliati dalla morte in un finale di partita che sembrava destinato a portare ad una sconfitta, ed invece si è rivelato essere un pareggio.

 

Premio Manchester City – QPR a Orlando City e Chicago Fire

https://x.com/OrlandoCitySC/status/1795983509464514753

Un gol talmente assurdo che non riesco a fare un paragone realisticamente affidabile

Facebook Comments