It’s Called Soccer – s04 ep19

È iniziata in MLS la Heineken Rivalry Week. Tra questo weekend e il prossimo le maggiori rivalità della lega rivivranno per accendere lo spettacolo. E lo spettacolo sarà tale anche perché la lega ha avuto l’ottima idea di piazzare l’inizio di questa settimana proprio in concomitanza con l’apertura del mercato, dando origine ad una serie di incontri ancora più interessanti. Senza contare che la NWSL ha deciso di non essere da meno e ha piazzato anche lei le sue due più grandi rivalità nel corso di questo weekend. E allora godiamoci lo spettacolo nel nuovo episodio di It’s Called Soccer.

 

Il prospetto della settimana

 

L’esordio con gol di Isaiah LaFlore

Nella stessa settimana della sua firma con la seconda squadra degli Houston Dynamo, il classe 2002 di Minneapolis ha trovato il suo primo gol in MLS Next Pro.

 

Il talento della settimana

 

Deandre Kerr salva Toronto

Un gol splendido oltre al pallone decisivo per il gol della rimonta firmato da Osorio. In attesa di Insigne (e Bernardeschi), Deandre Kerr presenta il suo caso di fronte a Bob Bradley per una quantità maggiore di minuti.

 

L’overreaction della settimana

 

LA SVOLTA COMPLOTTISTA DI QUESTA RUBRICA

TRE CALCI DI RIGORE IN UN TEMPO EH, COME MAI EH? NON CE LO DICONO!!!!!!!!!

 

Gli award della settimana

 

Iturbe Award per risveglio dalla mediocrità in un derby a Grandsir

Primo gol stagionale per il fumoso esterno francese, forse nella partita più importante della stagione.

 

Partycrasher Award ai Portland Timbers

Seattle srotola il banner per la vittoria della CONCACAF Champions League? Quale modo migliore per celebrare una rivalità che rovinare la festa ai campioni? Un momento che va dritto nella top 10 della storia del derby di Cascadia.

 

Trofeo Santiago Bernabeu Award per miglior concept di una coppa al Chanclasico

MA CHE TROFEO MERAVIGLIOSO È???? PRETENDO CHE VENGA STAMPATO IN 3D SUBITO!

 

Locura Rankings

 

5 – Il discovery process NWSL è “una cagata pazzesca”

Il discovery process è stupido anche quando lo fa la MLS, ma lì almeno si concentra su giocatori provenienti dall’estero. Organizzare un discovery process per calciatrici cresciute nei mercati locali e che in qualunque altra zona del mondo sarebbero prodotti del vivaio è assurdo, e dopo il caso Moultrie lo scorso anno, la NWSL sembra intenzionata a cascarci di nuovo con Jaedyn Shaw.

 

4 – Il record di Atlanta contro squadre da playoff

Bruttino. Anche perché nel weekend Austin ha fatto 62. E questo – non solo questo, ma diciamo che aiuta a farlo incazzare – al Ministro della Cultura non va mica tanto bene.

 

3 – Perché DC United ha chiamato Wayne Rooney

E sarebbe meglio che dentro quei valigioni con cui è arrivato nella capitale statunitense ci siano anche uno o due difensori

 

2 – Harriel ci ha tolto il piacere di uno scorigami

Cos’è uno scorigami? Un risultato che mai prima di quel momento era stato visto in una partita di una determinata competizione. Ha molto più senso come concetto nella NFL, ma la MLS ha ancora una storia abbastanza breve da potersene permettere. Se ad esempio Harriel avesse sfruttato questa facile occasione si sarebbe avuto il primo 8-0 nella storia della MLS e di conseguenza la prima partita vinta con otto gol di scarto nella storia della lega.

 

1 – L’autorete di Damion Lowe

Al novantesimo di un derby inchiodato sullo 0-0. Non ci sono molti modi più crudeli per segnare un’autorete

 

Premio della critica alla partita ubriaca della settimana

 

Il Texas Derby

Un 2-2 pirotecnico in un PNC Stadium per la prima volta veramente infuocato – l’arrivo di Hector Herrera aiuta – con oggetti tirati dalle tribune, il gol più in ritardo nella storia della MLS, spettacolo, rivalità e tensione. Il meglio che la Rivalry Week ha avuto da offrire in questa sua prima incarnazione.

 

Il quiz della settimana

 

Chi metterà il pallone in porta sul passaggio di Shelton?

 

A – L’attaccante al centro dell’inquadratura

B – Un difensore

C – Un giocatore di Kansas City fuori dall’inquadratura

 

La risposta esatta è C.

 

La domanda (e forse la risposta) della settimana

 

Cosa pensa Bruce Arena del terreno di gioco dello Yankee Stadium?

Non cose belle, e considerando il suo terreno casalingo deve essere proprio una situazione critica.

 

L’MVP della settimana

 

José Cifuentes

Due gol e un ruolo decisivo nel terzo – con il tackle che permette a LAFC di partire in contropiede. L’ecuadoregno sta avendo una stagione da MVP e la sua presenza ha singolarmente spostato le sorti del Trafico nella direzione dei padroni di casa.

 

L’MVP romantico della settimana

 

Il banter nella regione di Cascadia

Un derby è un derby.

 

La parata della settimana

 

È tornata Ashlyn Harris

La trade non l’ha resa meno intenzionata a fare la differenza.

 

Il gol più noioso della settimana

 

Claire Emsile

Il gol decisivo nel primo derby californiano di regular season, ma insomma, non qualcosa di spettacolare. YAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAWNNNNNN.

 

I migliori gol della settimana

 

Forse è Amarilla la punta che Minnesota stava cercando

Il che sarebbe curioso, visto che doveva esserlo già qualche anno fa. Ma al momento è in una striscia positiva che mai nessuna punta di Minnesota United ha avuto nell’era della MLS. E forse potrebbe rappresentare una svolta nella storia della franchigia.

 

Benvenuto in MLS, Cucho Hernandez!

Ecco, Gaga, iniziati ad abituare a centravanti di questo tipo perché sono quelli che incontrerai per gran parte della tua carriera.

 

Roger Espinoza still has it

Sui social il suo handle è @luckylefty_15, ma il veterano di Kansas City pecca di umiltà in questo caso, perché gol del genere se sei solo fortunato non li fai

 

I migliori assist della settimana

 

Il cross di Blanco

Come iniziare una partita da sogno per tutta Portland.

 

Kikanovic filtrante per Ebobisse

L’errore di Mavinga è importante, ma Toronto gode ancora di una certa superiorità numerica sull’azione. È la giocata dell’attaccante di origine bosniaca che crea la rete, insieme all’ottimo movimento di Ebobisse.

 

Il solito Lucas Zelarayan

Contro Chicago Etienne è entrato e ha messo a ferro e fuoco la difesa avversaria, ma difficilmente sarebbe partita la riscossa senza questa invenzione del genietto nazionale armeno.

 

Facebook Comments