It’s Called Soccer – s04 ep07

La NWSL si è presa una pausa per fare spazio alle nazionali, ma la MLS non ci ha fatto mancare niente e anzi, approfittando forse del suo singolo marquee match più rilevante, ci ha rifornito di materiale per due settimane. Andiamo a scoprire i momenti più meritevoli nella nuova puntata di It’s Called Soccer.

 

Il prospetto della settimana

 

Dempsey Resich

Questo weekend si è presa la scena la Generation Adidas Cup, competizione per squadre Under 17 e Under 15 che vede sfidarsi le accademie MLS contro alcune delle migliori dalla Liga MX e dal mondo intero. Tra i nomi veramente impressionanti Dempsey Resich, centravanti di una delle migliori squadre viste fino ad ora, gli Under 15 di LAFC, autore di una doppietta nella prima giornata. Ma non possiamo dimenticarci della MLS Next Pro, dove a prendersi la scena è stato Hugo Mbongue, centravanti di Toronto responsabile della doppietta che ha permesso ai suoi di battere New York City.

 

Il talento della settimana

 

Justin Rennicks

Il prospetto dei Revolution, un classe 1999 che ha sempre faticato ad imporsi in prima squadra, sfrutta le assenze per avanzare la sua candidatura a minuti più consistenti. Un gol da centravanti purissimo e un rigore guadagnato, mettendo il suo segno su entrambe le reti dei suoi Revs.

 

L’overreaction della settimana

 

ERA TUTTO MERITO DI MATT TURNER

E adesso che lui è infortunato e se ne andrà all’Arsenal per questa New England è destinato a crollare tutto il castello di certezze messo in piedi sotto Bruce Arena.

 

Gli award della settimana

 

Homer Simpson Award per vicinato molesto a Brian Schmetzer

Ringraziare il tecnico avversario per aver battuto i tuoi rivali storici nella finale di MLS Cup dopo averlo sconfitto nella semifinale di andata di CONCACAF Champions League. Dedizione al beef: 10/10.

 

Alessandro Florenzi Award per golazo di tigna e dedizione a Jayden Nelson

Come l’ex romanista contro il Barcellona, Jayden Nelson ha segnato un grandissimo gol contro Real Salt Lake, e lo ha fatto mettendo in mostra più che – le sue comunque ottime – qualità tecniche una forza di volontà clamorosa e un’aggressività in pressing non comune.

 

Telegatto per migliore regia televisiva a chiunque abbia diretto Inter Miami – New England Revolution

*in my best Ron Howard impression*

 

Higuain non sarebbe più tornato in campo con quella maglia.

 

Locura Rankings

 

5 – Il rigore di Hany Mukhtar

Allora, è vero che a volte ho visto rigori segnati tirando forte e centrale, ma questo tiro non è poi così forte e, soprattutto, è contro Tim Melia, il miglior portiere in attività in MLS nei calci di rigore. Hany?! Cosa fai?!?!?!?!

 

4 – L’olimpico di Jordy Alcivar

È una settimana abbastanza pazzerella se un Olimpico è solo la quarta cosa più assurda che si vede.

 

3 – La settimana dei fratelli Servania

Jaden ha segnato questo golazo nella US Open Cup con la maglia di North Carolina. Brandon ha risposto nel weekend, ma di lui ci occuperemo tra poco

 

2 – Gli amici della high school di Marcus Lee

Il quindicenne è stato decisivo in US Open Cup, e a tifare per lui c’era tutta la classe del liceo. Chi ha bisogno del Prom?

 

1 – Il sorteggio della US Open Cup

Condotto da due tifosi, uno con la maglia di Inter Miami e l’altra con quella di Miami FC – e gli occhiali da sole. Ci mancava solo lo facessero nelle Everglades con un alligatore impagliato dietro ed era una perfetta storia da Florida Man

 

Premio della critica alla partita ubriaca della settimana

 

El Trafico

Un nome, una garanzia. Tre gol annullati a LAFC, due a Vela, che ha affrontato per la prima volta l’amico e rivale Chicharito Hernandez in MLS e che potrebbe aver partecipato per l’ultima volta al derby cittadino, e uno arrivato al novantasettesimo minuto. Una partita come al solito assurda.

 

Il quiz della settimana

 

Dicevamo della partita ubriaca della settimana. Secondo voi Christian Arango potrà mai aver segnato quest’occasione a porta vuota?

A – No

B – No, ma in corsivo.

 

La domanda (e forse la risposta) della settimana

 

Che è successo ai portieri forti della MLS?

I due errori più gravi e clamorosi della settimana sono arrivati da Eloy Room e Carlos Coronel, storicamente due dei migliori nella lega e assolutamente iper-affidabili. Ognuno ha un weekend di ferie una volta ogni tanto, ma quali erano le chance che le giornate negative dei due coincidessero?

 

L’MVP della settimana

 

Leonardo Campana

Solo una prestazione monstre poteva far rialzare Inter Miami. Le statistiche non sono tutto ma dicono di che tipo di incontro-ravvicinato-con-fulmine sia questa partita: è la prima tripletta nella storia di Inter Miami, ha regalato la prima vittoria all’ultima squadra ancora priva di successi in questo 2022, e rappresentano la prima volta che Bruce Arena ha perso quattro partite di fila nella sua carriera… dalle prime quattro partite nella storia di DC United e della MLS, nel 1996 (!!!!!!!!!!!!!)

 

L’MVP romantico della settimana

 

Julian Araujo torna al Prom

 

Awwwwwww

 

La parata della settimana

 

Jay Sonthalia

Direttamente dalla Generation Adidas Cup, un volo capace solo a chi ha la reattività di una gazzella spaventata.

 

Il gol più noioso della settimana

 

La rete di Chicharito nel Trafico

Non ci sono neanche dei movimenti in area particolarmente fighi come quelli contro Portland ☹ Yaaaaaaawnnnn.

 

I migliori gol della settimana

 

Dicevamo di Brandon Servania

E sì, lo so, sembra che il portiere sia piazzato male. Ma guardate bene la knuckleball di questo tiro. Fa spostare il portiere e poi cambia del tutto direzione.

 

Justin Meram è sempreverde

È anche tornato a giocare per la nazionale irachena, e continua ad essere una delle armi segrete di questo Real Salt Lake.

 

Jesus Ferreira è un ballerino del Bolshoj

Quella giravolta sul pallone ha un che di pornografico. E intanto vola in testa alla classifica marcatori della MLS insieme a Brandon Vazquez. L’hype train sta lasciando la stazione.

 

I migliori assist della settimana

 

La discesa di Jakob Shaffelburg

Sono forse il pilota del carro di Shaffelburg, ma trovo veramente sia il più sottovalutato tra gli homegrown di Toronto. Certamente è quello che ad oggi ha la maggior capacità di contribuire anche dal punto di vista delle reti e degli assist.

 

Il tocco di Barrios

Hai una finestra di un decimo di secondo per far passare quel pallone, una finestra così piccola che quasi nessuno la sfrutterebbe, preferendo invece stopparla. Ci vuole una tecnica impressionante per fare una cosa del genere e farla uscire così precisa.

 

Il miglior Ari Lassiter della sua carriera

Sarà l’aria della Florida, dove il padre era stato centravanti immarcabile agli albori della MLS, ma mai Lassiter era sembrato così in grado di contribuire a questo livello.

 

Facebook Comments