It’s Called Soccer – s04 ep05

È iniziata la prima stagione della MLS Next Pro!!! Nel weekend in cui, per la pausa nazionali, la MLS ha giocato su un calendario ristretto di sole tre partite, la nuova lega di sviluppo della massima serie nordamericana ha preso il via con lo scontro tra le due squadre più interessanti della competizione, l’unico club finora indipendente in Rochester New York sconfitto dalla seconda squadra di una franchigia che deve ancora arrivare in MLS come St Louis SC. Aggiungiamoci la NWSL Challenge Cup che continua e abbiamo uno spettacolo decisamente interessante da riepilogare nel nuovo episodio di It’s Called Soccer.

 

Il prospetto della settimana

 

Javier Otero ferma Chicago

Il portiere classe 2002 è stato il grandissimo protagonista della prima giornata di MLS Next Pro fermando in più occasioni i contropiedi di Chicago e rendendo molto meno equilibrata una partita che altrimenti sarebbe stata più tesa del 2-0 finale.

 

Il talento della settimana

 

Il primo gol di Angelina in maglia Reign

Non un capolavoro necessariamente ma una dimostrazione del grande lavoro di crescita della classe 2000 brasiliana, che ricordiamo comunque essere una delle giocatrici più giovani della lega.

 

L’overreaction della settimana

 

DATE L’MVP A SOPHIA SMITH

HA INIZIATO L’ANNO COL BOTTO E NON HA INTENZIONE DI FERMARSI.

 

Gli award della settimana

 

Relatability Award a Alex Morgan

Anche noi, Alex, anche noi…

 

Compleanno della sorella di Neymar Award per il falso infortunio a Charlotte FC

Dopo la doppietta vs Cincinnati, il responsabile delle comunicazioni della federazione polacca ha pubblicato su Twitter un comunicato ricevuto lunedì scorso dalla franchigia MLS in cui si parlava di un infortunio per Karol Swiderski recuperabile in uno-due settimane. Sulla base di quel comunicato la Polonia non ha convocato il centravanti per lo spareggio mondiale di martedì. Facile dire che la cosa ha fatto incazzare più di qualcuno in Polonia.

 

Guastafeste Award a New York City e New England per i primi rigori nella storia della MLS Next Pro

Quest’anno nella stagione inaugurale della MLS Next Pro non ci saranno pareggi. Nel caso di parità al termine dei novanta minuti si andrà ai rigori – e neanche agli shootout vecchio stile ☹ – e le due seconde squadre sono state le prime a regalarci questa conclusione molto ridondante della partita. Curiosamente non gli unici nella giornata inaugurale: anche Colorado e Kansas City hanno replicato pochi minuti dopo. Fyi: hanno vinto New England e Colorado.

 

Locura Rankings

 

5 – Nei Fire II gioca Diegoarmando Alvarado

 

Scritto così, tutto attaccato, come Francescototti Biascica. Sul sito della MLS viene presentato come Diego, ma nella grafica pre-partita, che però non è più visibile perché gli stream non rimangono disponibili una volta terminati era scritto così. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi del mistero.

 

4 – Il solito blasting di FC Cincinnati

Che ad una certa incomincia anche ad essere immeritato poveri stanno facendo del loro meglio per rialzarsi – o meglio alzarsi per la prima volta in MLS – e noi continuiamo a trattarli come fossero Paperoga.

 

3 – La mania di urlare golazo prima che il gol sia stato in effetti realizzato

Anche perché puntualmente quando succede una cosa del genere il gol non viene segnato, come nel caso di Yordy Reyna.

 

2 – Lo strano caso del Dr. Sutarik e Mr. Scott

 

Stando al sito della MLS Next Pro, in una pagina ormai eliminata, la doppietta che ha regalato la vittoria a North Texas era del cinquantaduenne Scott Sutarik. Il giocatore in realtà ha sedici anni e si chiama Tarik Scott. Dove è nato il misunderstanding si capisce bene, ma insomma, non una grande immagine per la neonata lega.

 

1 – Il feud tra Ashlyn Harris e Trinity Rodman

Perché figurati se Trinity Rodman si lascia scappare via certe occasioni. Già solo lo scambio è esilarante, ma per spiegare cosa rende speciale questo beef questo tweet potrebbe essere bignami fondamentale per esplorarlo al meglio.

 

Premio della critica alla partita ubriaca della settimana

 

Racing Louisville vs Houston Dash

La rimonta delle Dash da 2-0 a 2-3 è assolutamente assurda, ma è resa ancora più esilarante e folle dallo stravagante montaggio degli highlights da parte della lega, che aumentano quel senso di ubriachezza generale.

 

Il quiz della settimana

Dove sta la palla in questa inquadratura?

 

A – Non c’è, è fuori dal campo

B – Non c’è, è di un giocatore uscito dall’inquadratura

C – Non c’è perché non si sta giocando una partita di calcio, è un’illusione ottica

 

La risposta esatta è B, e la spiegazione di un camera work così disastroso – ed è stato abbastanza tremolante lungo tutto il primo weekend della MLS Next Pro – è che non c’è un essere umano a muovere la telecamera. È un software che però si sta ancora adattando e sta prendendo le misure al ritmo di una partita di calcio. Dovrebbe migliorare col tempo. Vi terremo aggiornati.

 

La domanda (e forse la risposta) della settimana

 

Cosa ci fa ancora lì Matias Almeyda?

No, sinceramente, Pelado, dimmelo, io non lo capisco. È chiaro che non si può andare avanti così. Basta. Ditevi addio. È il modo migliore di chiudere una storia del genere.

 

L’MVP della settimana

 

Karol Swiderski

Doppietta per l’attaccante polacco – nonostante l’infortunio, direbbero in Polonia – per una Charlotte che continua a segnare e a diventare sempre più una squadra interessante nonostante una pre-season complessa.

 

L’MVP romantico della settimana

 

I seimila tifosi che hanno salutato la MLS Next Pro

St Louis è Soccer City, e lo ha confermato con il pienone nel primo match nella storia di St Louis SC, nella sua versione B, nella neonata minor league della MLS. Uno spettacolo imponente che difficilmente verrà pareggiato da altre squadre nel corso di questa stagione inaugurale.

 

La parata della settimana

 

Kahlina su Lucho Acosta

Il portiere croato ex Ludogorets si sta subito dimostrando uno dei colpi più interessanti della off-season, oltre che un nuovo protetto di questa rubrica – è già alla sua seconda presenza.

 

Il gol più noioso della settimana

 

Il primo gol nella storia della MLS Next Pro

E non lo ha neanche realizzato uno dei tanti giovanissimi e fortissimi homegrown di St Louis in attesa di esplodere, ma l’ex Kansas City e nazionale malese Wan Kuzain. YAAAAAAAAWNNN

 

I migliori gol della settimana

 

La botta di Hailie Mace

Un colpo incredibile, e non l’unico della sua partita

 

La punizione di Swiderski

Si possono esprimere dubbi sul ruolo di Kann nell’azione, ma oggettivamente il tiro è perfetto e quasi impeccabile, oltre che ovviamente ad essere una decisione sorprendente vista la posizione.

 

A livello Next Pro Emerson Rodriguez potrebbe essere ingiocabile

Il colombiano possiede una consistente esperienza in prima squadra con una squadra importante come i Millionarios in Colombia. Il modo in cui ha spaccato la difesa di Columbus nella prima giornata è stato di quelli che muovono a compassione. Però perlomeno sarà un bel test per i vari giovani in uscita dai settori giovanili.

 

I migliori assist della settimana

 

Mace la vince per Kansas City

Splendido tocco per Hamilton, decisivo per la vittoria della sua squadra

 

I dribbling di Maria Sanchez

Il modo in cui si libera per il cross è una buona sintesi in formato gif del rollercoaster emozionale che è la Challenge Cup

 

Pato per Urso

No, non è uno zoo. Per Orlando il gol contro Portland è arrivato dai piedi del Papero a quelli dell’Orso.

 

Facebook Comments