It’s Called Soccer – s04 ep03

È ufficialmente iniziata anche la USL Championship e nel mezzo della prossima settimana avrà inizio anche la NWSL Challenge Cup. Inoltre, dopo sole tre giornate già più nessuna squadra in MLS può ambire ad una stagione perfetta, avendo tutte perso punti almeno una volta. #parity. Come potrete capire, c’è molta carne da mettere al fuoco. Diamo inizio alla terza puntata di It’s Called Soccer.

 

Il prospetto della settimana

 

Joshua Wynder

La MLS Next Pro non inizierà prima del venticinque marzo, ma con l’arrivo della USL di fatto iniziamo ad avere materiale per questa rubrica. Dopo aver detto addio a Jonathan Gomez, volato a San Sebastian al compimento dei diciotto anni come concordato in seguito al suo arrivo dal vivaio di Dallas, a Louisville hanno trovato un altro nome veramente interessante: Joshua Wynder è un difensore centrale sedicenne di piede sinistro con eccellenti doti d’impostazione e un fisico che lascia presagire infiniti margini di miglioramento. Uno da seguire, soprattutto dopo il suo ottimo esordio dal primo minuto all’alba della nuova stagione del Championship.

 

Il talento della settimana

 

Bender e Armour combinano per il primo gol di Charlotte

Ok, tecnicamente qua i talenti sono due, ma credo sia giusto lodarli non solo per la partecipazione al primo storico gol della franchigia in MLS, ma anche perché in una squadra ristretta e che deve ancora ottenere qualsivoglia contributo dai propri giocatori più pagati, questi due giovanissimi passati rispettivamente dal college e dalla USL si sono dimostrati subito ingranaggi chiave di un sistema tutt’altro che banale.

 

L’overreaction della settimana

 

Nessuno può segnare ai Chicago Fire

Tre partite, zero gol subiti. Gaga Slonina si prende le prime pagine ovviamente, ma è tutta la difesa che sta mostrando segnali che preannunciano una stagione veramente importante. Wyatt Omsberg è praticamente rinato e Czichos quel leader della difesa che è sempre mancato. Potranno mantenere una difesa così solida tutto l’anno? E Slonina potrà attentare al record di clean sheet su cui ha ammesso di aver puntato gli occhi?

 

Gli award della settimana

 

Jeremy Lin Sul Divano Del Fratello Award per i migliori ospiti indesiderati a New York City FC

Il disvelamento del “banner” da campioni MLS di New York City FC è andato a sbattere contro una significativa quota di meme, ed è in effetti un momento che indica la situazione complessa dei vincitori del 2021, ospiti scomodi e malvoluti nello stadio di una franchigia che pure detiene parte delle quote dei Citizens, ovvero gli Yankees della MLB. È l’ennesimo grido d’aiuto di un club che merita uno stadio tutto suo per uscire da una situazione che è imbarazzante più o meno dal 2016.

 

Awwwwwward per il miglior omaggio a Derrick Etienne Jr

In settimana si è ritirato Bradley Wright-Phillips, passato immediatamente dietro la scrivania nel front office dei suoi Red Bulls. Dopo aver segnato contro Toronto Derrick Etienne Jr, suo compagno di squadra sia a New York, dove arrivò promessa del vivaio quando BWP era una delle stelle della lega, sia a Columbus, dove l’inglese è passato per il suo canto del cigno, lo ha omaggiato imitandone l’esultanza. Cuoricini a tutto spiano.

 

Walter Mazzarri Award per la miglior scusa a Carles Gil

Sì, ok, Carles, giocare con la neve è difficile, ma sei in New England a marzo, anzi, più in generale negli Stati Uniti a marzo – almeno cinque partite MLS direttamente impattate dalla neve – cosa ti aspetti? Ma poi, ci hai giocato tre giorni fa sotto la neve, lì andava bene?

 

Locura Rankings

 

5 – Il gollonzo di Jordan Morris

Una giocata molto divertente e che sembrava poter diventare un grave errore almeno tre volte in pochi secondi, ma sono sicuro che a JMo fregherà poco di come sia arrivato il primo gol in MLS dopo la sua seconda rottura del crociato. Certo, siamo sicuri che il gol sia suo e non autorete di Araujo?

 

4 – Il vento a Fort Lauderdale

Chi ha seguito negli anni il calcio in Florida sa che il terreno dell’ex Lockhart Stadium su cui sorge lo stadio temporaneo di Inter Miami è storicamente plagiato da un vento infernale, vento che nel weekend ha mostrato il meglio di sé.

 

3 – Efrain Alvarez stava per segnare la stessa esatta rete di domenica scorsa

Uguale. Identica. Stesso tiro. Stessa distanza. Stessa fase preparatoria. Qualcuno incominci a buttare dei corpi addosso ad Efra che sennò questo può tirarne fuori uno a giornata di gol del genere.

 

2 – Il recupero del primo tempo secondo Brek Shea

Gol concesso con un’enorme copertura difensiva mancata ed espulsione per fallo tattico su chiara occasione da gol. Quest’ultimo è anche un gesto tecnico notevole per chi ama quel tipo di giocate, ma certo non un grande momento. I risultati dell’esperimento Vediamo Come Va Brek Shea Come Centrale Di Sinistra sembrano essere abbastanza disastrosi

 

1 – Il finale ad Atlanta

Povera Charlotte, era quasi riuscita ad ottenere il suo primo punto. La squadra di Miguel Angel Ramirez nonostante un roster decisamente ridotto e alcune situazioni che stanno portando all’estremo la resistenza del tecnico spagnolo, gioca bene ed è coesa, ma neanche questo è bastato per evitare la fregatura.

 

Premio della critica alla partita ubriaca della settimana

 

New England Revolution – Real Salt Lake

Non dovrebbe sorprendere la prima presenza stagionale di una delle regine MLS in quanto ad ubriacatura, i Real Salt Lake di Pablo Mastroeni da no defending just vibes, che sotto la neve recuperano due gol di svantaggio dalla migliore squadra della scorsa MLS nell’ultimo quarto d’ora segnando il gol decisivo con l’ultimo pallone della partita e pareggiando con un calcio di punizione che si sarebbe dovuto ribattere perché il vento aveva spostato il pallone, una potenziale circostanza che non credo nessun redattore del manuale d’uso del VAR avesse mai considerato realistica.

 

Il quiz della settimana

 

C’è una strana e particolare macchia sul terreno di gioco innevato del Gillette Stadium. Cosa l’ha provocata?

 

A) L’atterraggio di una navetta aliena

B) Un giocatore che ha deciso di fare un angelo della neve

C) Una knee-slide di Adam Buksa

 

La risposta esatta è: B)

 

La domanda (e forse la risposta) della settimana

 

Quando arriva la schedule della NWSL?

 

Vorrei avere qualcosa di divertente da dire sul tema ma tutti i meme più divertenti sono già stati fatti. Sono come al solito lento e poco divertente.

 

L’MVP della settimana

 

Dayne St. Clair

Raramente i portieri si prendono questo premio – e forse è anche un po’ colpa del mio cuore da ex attaccante – ma quello che ha fatto Dayne St. Clair – peraltro non l’unico nel ruolo ad aver potenzialmente avuto un weekend da MVP – non sta né in cielo né in terra. A tutti gli effetti, la partita del canadese contro i Red Bulls è stata una tappa della sua campagna elettorale, una pubblicità rivolta sia alla sua franchigia sia a tutte le altre della MLS perché qualcuno gli dia un posto da titolare fisso – ieri ha giocato solo per l’assenza di Miller – che il classe 1997 evidentemente si merita. Un rigore parato, almeno due parate fuori dall’ordinario, tra le quattro e le cinque comunque belle e importanti. Tantissimi xG affrontati contro una squadra precisa nel trovare la porta. Semplicemente insuperabile.

 

L’MVP romantico della settimana

 

Le Orlando Pride e i tifosi di LAFC in trasferta hanno un messaggio per il governatore della Florida

 

In questi giorni nello stato si sta discutendo molto una proposta di legge, intitolata dai suoi critici “Don’t Say Gay” perché arriva a vietare o a limitare pesantemente la possibilità di discutere l’orientamento sessuale nelle scuole. Le calciatrici NWSL e i tifosi della franchigia losangelina hanno pensato di sfruttare la loro presenza in Florida per mettere i puntini sulle i.

 

La parata della settimana

 

Alec Kann conferma le aspettative createsi intorno a lui

Dopo anni come vice di Guzan ad Atlanta, Kann aveva intenzione di mostrare tutte le sue potenzialità che lo avevano reso un eroe del sottobosco MLS, a Cincinnati, una squadra in disperata ricerca di solidità in porta, ha trovato l’occasione, e per ora si è fatto trovare prontissimo.

 

Il gol più noioso della settimana

 

Come Portland ha frenato la corsa di Austin

Yaaaaawnnnn, colpo di testa su punizione, YAAAAAAAWWWWNNNNN. Di Tuiloma molto più interessante la prestazione in difesa, a bloccare l’attacco ad ora più prolifico della lega.

 

I migliori gol della settimana

 

Il pallonetto di Santiago Rodriguez

Che classe Santi, che classe.

 

Benvenuto in MLS, Alan Velasco

Ok, il tiro è deviato. Ma la costruzione dell’azione è eccezionale, e se pure non è Messi-esque come annunciato trionfalmente dall’account ufficiale MLS, si lascia guardare. E comunque bisogna avere la forza e il coraggio di provare una giocata del genere dopo venti minuti con la tua nuova squadra

 

La ciliegina sulla torta della doppietta di Darwin Quintero

Ma lo sai che Houston è stata una squadra divertente da vedere per una volta nella sua vita? Dobbiamo crearci aspettative? Intanto Darwin Quintero si regala una doppietta, e lo fa con un colpo speciale raro anche in repertorio spettacolare come il suo.

 

I migliori assist della settimana

 

Djordje Mihailovic come Franz Klammer

Spericolato, coraggioso, iper tecnico e soprattutto imprendibile. Dipendesse solo da me sarebbe già adesso su un aereo per il Qatar, anche con la qualificazione dello USMNT non al sicuro.

 

Continua la trasformazione di Raheem Edwards

Semplicemente un giocatore fondamentale per le sue squadre. Un’acquisizione di cruciale importanza per i Galaxy in questa off-season. Un terzino difensivamente solido capace di andare a cento all’ora per novanta minuti e di rifinire passaggi del genere? Anche visto il contratto, una potenziale pietra angolare per qualsiasi franchigia.

 

Esteves trova Rubio

Il terzino brasiliano si sta prendendo il posto che fu di Sam Vines e sta aggiungendo una dimensione che forse l’homegrown di Colorado non aveva mai dimostrato di poter avere nel proprio arsenale.

 

Facebook Comments