Da Pelé a Vela, i grandi fenomeni della MLS

Da Pelé a Vela, i grandi fenomeni della MLS

È vero. Per quanto riguarda il calcio gli Stati Uniti sono siti in periferia. La tradizione culturale del paese nordamericano, infatti, fa di sport più veloci e sensazionalistici, come il basket e l’hockey, quelli più gettonati e apprezzati. Il soccer, tuttavia, sta muovendo recentemente passi da gigante e in modo molto più veloce rispetto agli anni ’90, quando comunque la promozione dell‘organizzazione del mondiale 1994 da parte degli USA aveva iniziato a scuotere un po’ l’ambiente. In realtà, specialmente per quanto riguarda il campionato della Major League Soccer, che oggi è sempre più spettacolare, sono stati tanti i calciatori di alto livello che hanno dato lustro al calcio negli Stati Uniti.

La prima star assoluta tra tutti a livello cronologico che ha voluto dare un’opportunità al calcio negli USA è stato Pelé, un campione totale capace di vincere tre mondiali, qualcosa di unico in assoluto. Dopo aver vinto tutto con il Brasile, la leggenda del Santos decise di accettare la corte dei New York Cosmos, una delle prime franchigie dell’allora NASL ad investire in modo importante. A 35 anni, ossia a carriera praticamente conclusa, la Perla Nera scelse dunque di provare l’ebbrezza di giocare in un campionato più semplice, ma comunque con un gran potenziale. In due anni con la maglia verde dei Cosmos, società della Grande Mela, il campione brasiliano segnò 31 reti, anche se non riuscì a portare i suoi al trionfo. Ciò nonostante, il suo arrivo negli Stati Uniti squarciò il velo di dubbi sulle potenzialità del calcio nel paese nordamericano, tanto che dopo la sua splendida esperienza ai Cosmos, il campionato americano negli anni si è notevolmente arricchito di grandi giocatori e ha visto un innalzamento considerevole nel livello. Non sorprende, dunque, che oggi questo campionato statunitense sia visto in ogni luogo del mondo e sia una delle opzioni delle scommesse di calcio online preferite dagli appassionati, con la modalità di poter vedere la squadra vincente della competizione come più gettonata nella sezione di competizioni di calcio.

Altri fenomeni

Nella storia della MLS, o prima ancora della NASL, un altro fenomeno dopo a Pelé a cercare gloria oltre Oceano fu Johan Cruyff, talento olandese vice campione del mondo nel 1974 e secondo molti un autentico rivoluzionario per il modo in cui giocava. Dotato di un talento sopraffino nel dribbling, l’ex calciatore di Ajax e Barcellona approdò nel 1979 ai Los Angeles Aztecs, per poi passare nella stagione successiva ai Washinton Diplomats. Il suo arrivo negli States fu senza dubbio importante, dato che contribuì ad ingrandire l’immagine del calcio in un luogo dove, fino a quel momento, si giocava molto poco per strada.

Oggi il giocatore più importante di tutti è senza dubbio Carlos Vela. L’attaccante messicano classe 1989 è forse il più dotato della generazione più recente di star nel Paese nordamericano e gioca in questo momento nei Los Angeles FC, squadra californiana della quale è l’uomo più rappresentativo. Dopo aver dato spettacolo per anni in Europa all’Arsenal e alla Real Sociedad, Vela è adesso il volto della MLS. Prima di lui, e dall’altro lato di Los Angeles, c’è invece stato Zlatan Ibrahimovic, che per quattro anni ha sciorinato grande calcio e realizzato reti strepitose con la maglia dei Galaxy.

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.