It’s Called Soccer – s03 ep24

Ormai sapete qual è l’antifona, tanto che quella che state leggendo è un’intro che si ripete uguale identica in tutte le puntate: ogni settimana nel mondo del calcio americano succedono cose particolari, strane, incredibili, divisive, divertenti, curiose, inspiegabili, folli e chissà quanti altri aggettivi. E questa rubrica, come sempre ormai da qualche stagione, arriva il lunedì per aggiornarvi su quanto successo e per mettervi in ordine una quantità confusionaria e numerosa di dati e eventi. Ormai, forse, avete capito anche come si chiama. Nel caso contrario ve lo ricordo almeno per un’altra volta, dandovi il benvenuto al nuovo episodio di It’s Called Soccer.

#talentwatch

L’esordio di Axel Kei

Questa notizia ha fatto il giro del mondo ed è arrivata anche in Italia. Axel Kei, a tredici anni, nove mesi e nove giorni è l’atleta più giovane ad essere mai sceso in campo in un incontro professionistico in un qualunque sport di squadra negli Stati Uniti, maschile o femminile. Il ragazzo classe 2007, dominatore dell’ultima MLS Next Under 15 giocando sotto età, è entrato durante un deludente 0-0 contro gli Switchbacks, in cui la sua presenza ha risvegliato l’attenzione sull’incontro.

Un altro gol per Paxten Aaronson

Il secondo, per la precisione, di questa stagione che sembra preannunciare una breakout season proprio mentre il fratellone si sta prendendo Salisburgo e potenzialmente anche lo USMNT

Dovrebbero essere esaltatati a…

Seattle?

Sì, perché quando io vedo giocare questi Sounders dove anche i gregari possono prendersi partite da MVP e in cui praticamente chiunque gioca almeno tre volte meglio di quanto abbia fatto nelle altre avventure della sua carriera, non riesco a non avere quell’impressione da “Oh cazzo questi ce la faranno di nuovo”. Quindi possono esaltarsi, oppure preoccuparsi per la mia gufata. Intanto, comunque, per il tredicesimo anno di fila, la franchigia è ai playoff.

Locura Rankings

4 – Zelarayan esordisce con l’Armenia

Anche se prima di questa convocazione non era mai stato in Armenia, la parte finale del suo cognome in -ian è chiara indicazione delle origini della sua famiglia. Non si tratta di una naturalizzazione farlocca, ma in effetti nulla di diverso dagli oriundi italiani. E comunque ha esordito subito con un assist – che coppia quella con Mkhitaryan.

3 – Su Ebay potete comprare questo nugget di pollo fritto dalla forma fallica venduto all’Exploria Stadium

2 – Jeff Berding pensa di aver portato Cincinnati sull’Everest

Ok, c’è bisogno di un po’ di contesto. Ovviamente non stiamo parlando dell’aspetto sportivo. Parliamo dal punto di vista del marketing e delle strutture. In tre anni dalla USL ad una delle franchigie meglio strutturate della lega. Ci sta come paragone. Ma siccome quando si pensa a Cincy si pensa alla disfunzionalità sul campo, io ci andrei piano con tutta questa esaltazione, ecco.

1 – Wondo vince per KO tecnico

C’è qualcosa che quest’uomo non sappia fare e che non risulti maledettamente iconica? Ovviamente no, ma di cosa vogliamo parlare? Qui prende un invasore di campo nel mezzo di una rissa nella partita “amichevole” contro il Cruz Azul e gli fa per davvero quello che i wrestler fanno per finta sui ring della WWE.

Premio della critica alla Partita Ubriaca della settimana

Portland Thorns – Houston Dash

Anche se è impossibile dimenticare quanto successo proprio all’interno dell’ambiente Thorns con Paul Riley, nella prima partita dopo la pausa voluta dalle calciatrici Thorns e Dash hanno regalato spettacolo con questo 3-2 assurdo.

Considerazioni non richieste

Non possiamo permetterci di non parlare della NWSL perché stanno già provando a coprirsi

E la decisione da parte delle Courage di limitare l’accesso ai media – cosa teoricamente vietata dalla NWSL stessa – per evitare domande sull’assunzione di Paul Riley continua a dimostrarlo.

Il feud della settimana

Steve Baldwin vs Michele Kang

Il proprietario in controllo della franchigia e che ha protetto Richie Burke e Larry Best dalle conseguenze per i loro comportamenti abusivi fino alla denuncia di Kaiya McCullough, si starebbe preparando a vendere la sua quota, ma starebbe facendo di tutto – con il supporto dell’ex proprietario di maggioranza Bill Lynch – per evitare di vendere le sue quote ad un’altra tra le proprietarie della franchigia, Michele Kang, anche a rischio di cedere a qualcuno che sposterebbe la squadra lontano da Washington. Inizialmente aveva chiesto a Kang una valutazione superiore di cinque volte a quella stimata per l’acquisizione delle quote, poi ha abbassato il tiro a due volte, ma quando Kang si è detta disposta a ipervalutare la franchigia, si è tirato indietro, lasciando intendere di non avere alcuna intenzione di trattare in buona fede con Kang, con cui da mesi è in lotta per il controllo delle operazioni delle Spirit.

IL VIDEO DELLA SETTIMANA

E l’iniziativa non si è limitata agli Stati Uniti, ma si è fatta strada anche su tutti i campi della FAWSL.

Cosa succederà?

Qui Gonzalo Higuain sta provando a rubare palla a Sean Davis. Come finirà?

A) Vincerà il contrasto
B) Davis farà una ruleta e Higuain andrà a terra
C) Higuain verrà espulso per secondo giallo

A me spiace perché sembra abbia qualcosa contro il Pipita, ma vi assicuro che ho enorme stima di lui come calciatore. Però purtroppo la risposta esatta è B), che non sarà quella peggiore per la squadra ma è quella più umiliante per un grande campione

Fun Fact

Gotham ha giocato “in casa” a Philadelphia per celebrare Carli Lloyd

La campionessa pronta al ritiro è infatti nativa della Delran Township, una località che si trova sì in New Jersey, ma al confine con la Pennsylvania, e dunque nei pressi di Philadelphia. Certo, il momento non era ideale per l’incontro, visto che si è trattato della prima partita giocata dopo la sosta seguita all’esplosione del caso Riley, ma l’atmosfera era speciale, anche meglio dello 0-0 poi visto sul campo.

La domanda (e forse risposta) della settimana

Dovremmo iniziare a parlare di Casey Murphy per lo USWNT?

Credo di sì, semplicemente perché sta avendo il tipo di stagione che ha portato per la prima volta Matt Turner nei dintorni dello USMNT, e adesso il portiere dei Revolution è discutibilmente il titolare in nazionale. E siccome siamo in periodo di ricambio generazionale per lo USWNT, Murphy potrebbe rappresentare una soluzione futura, essendo classe 1996.

MVP della settimana

Gaetane Thiney

Due reti nella vittoria contro Orlando, entrambe da fuori area con delle cannonate imparabili. Decisiva.

MVP romantico della settimana

I Colorado Rapids

Sotto di un uomo per l’espulsione di Danny Wilson al cinquantaseiesimo e di un gol contro Minnesota, in dieci uomini la squadra di Robin Fraser si è risvegliata e ha segnato tre gol in mezz’ora per garantirsi una vittoria fondamentale per continuare la lotta in testa all’Ovest.

Best Save della settimana

Matt Freese

Non solo è una grande parata d’istinto su un tiro fortissimo – anche se potenzialmente lo si poteva piazzare meglio – da parte di Acosta, ma è anche fondamentale perché poco dopo il raddoppio degli ospiti impedisce a Cincinnati di accorciare le distanze e rientrare in partita.

I migliori gol della settimana

Lo strano cucchiaio di Haris Medunjanin

Ho assolutamente 0 (zero) idee su cosa sia esattamente questo tiro e perché il bosniaco abbia deciso per una conclusione di questo tipo. A metà tra il cucchiaio e il tiro di precisione, forse non nell’angolo più ragionevole per un piede sinistro da quella posizione. Tutto così strano.

La botta di Thiney

Un bel modo per presentarsi con la propria prima rete in NWSL.

I migliori assist della settimana

McDonald lancia Amy Rodriguez

Un tocco e in porta, girandosi e controllando il corpo in maniera fantastica, e poi misurando perfettamente il passaggio a Amy Rodriguez. Jessica McDonald non è mai banale in campo.

Trinity Fucking Rodman

Ricordo che teoricamente staremmo parlando di una prima punta, anche molto strutturata fisicamente. Qua però parte come esterno destro, recupera un pallone con un grande intercetto e poi tira fuori questa roba qua possibile a solo pochissime campionesse e pochissimi campioni in giro per il mondo. Salite sul treno.

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.