It’s Called Soccer – s03 ep19

Dopo due settimane di pausa, It’s Called Soccer ritorna in scena, ma lo fa in una puntata un minimo ristretta, non per nostra pigrizia quanto piuttosto perché la pausa per le nazionali nel calcio maschile ha significativamente ridotto il numero di partite che si sono svolte nel weekend del calcio americano. Questo non vuol dire che siano mancate le cose divertenti. Anzi. Preparatevi a essere inondati dallo spettacolo del calcio statunitense nel nuovo episodio di It’s Called Soccer.

#talentwatch

Il gol di Jesus Ferreira

Un’altra perla nel bel mezzo di un’ottima stagione per il ventunenne, che sta finalmente trovando la continuità necessaria per fare bene e magari per puntare un giorno all’Europa.

Dovrebbero essere preoccupati a…

Philadelphia?

Beh, i risultati non sono quelli dello scorso anno, e la squadra, ormai lo si può dire, fatica a mantenere lo stesso stile di gioco, ma se c’è una ragione per essere positivi è che la nuova ondata di ragazzi del vivaio – Paxten Aaronson, Quinn Sullivan, ma non solo – si sta inserendo ottimamente nella rosa e da qui ad un paio di stagioni potrebbe veramente esplodere nella stratosfera.

Locura Moment

La shithousery di Henry Kessler

Un’opera d’arte in termini di fin dove si può arrivare per perdere tempo, una giocata incredibile che ti procurerebbe o applausi o botte nei peggiori bar di San Salvador – dipende per quale squadra lo fai, per quella degli avventori o contro di essa. Henry Kessler non è qui per giocare.

Premio della critica alla Partita Ubriaca della settimana

Orlando City – Columbus Crew

Un 3-2 in cui Orlando va in doppio vantaggio, Columbus sembra per l’ennesima volta in grado di tirarsi fuori dal buco in cui si è calata rimontando – anche grazie ad un’incredibile autorete – per poi però cedere e perdere l’ennesimo incontro della loro sempre più maledetta stagione.

Considerazioni non richieste

L’addio di Juarez ci dice molto della situazione di Real Salt Lake

E ci fa chiedere quando diavolo si risolverà, ovvero quando la MLS troverà un nuovo compratore per la franchigia dello Utah, perché senza un nuovo leader è difficile immaginare si possa ripartire con continuità. Intanto Juarez, nel mezzo di una buona stagione con opportunità di andare ai playoff, ha deciso di lasciare per retrocedersi come assistente in quel di Seattle. E non è una bella immagine per Real Salt Lake.

Il feud della settimana

Dax McCarty vs Maxi Moralez

Due rossi ad entrambi nell’incontro tra Nashville e NYCFC per questa bench-clearer nel bel mezzo dell’incontro.

Fun Fact

Cincinnati contro Inter Miami perde sempre per mano di un uomo

E quell’uomo è Brek Shea, che nel secondo incontro di sempre tra le due franchigie nel nuovissimo TLQ Stadium di Cincinnati è risultato ancora una volta decisivo.

La domanda (e forse risposta) della settimana

I Dynamo torneranno mai ad essere divertenti?

In questo momento sembra difficile. La squadra è senza speranza, ha qualcosa come due vittorie in trasferta in cinque anni, ha appena licenziato il GM Matt Jordan e onestamente potrebbe presto fare la stessa cosa con Tab Ramos. Vedremo se la nuova proprietà riuscirà a far valere la franchigia al massimo delle sue potenzialità non solo dentro ma anche fuori dal campo.

MVP della settimana

Mamadou Mbacke Fall

Avevamo parlato della storia di questo ragazzo e di come aveva rischiato di fare la storia con un gol annullato all’esordio. Adesso arriva non solo la sua prima rete, ma anche una doppietta. Giornata da protagonista, e chissà non sia la prima di molte.

MVP romantico della settimana

I fratelli Roldan

Alex per El Salvador, Christian per lo USMNT, la coppia di All Star di Seattle si è sfidata nel corso delle recenti qualificazioni mondiali. Un bel momento, con tutta la famiglia sugli spalti.

Best Save della settimana

Ashlyn Harris non fa favoritismi

Non ti fa segnare neanche se ti chiami Carli Lloyd e hai recentemente annunciato il ritiro dopo una delle carriere più longeve e trionfanti nella storia del calcio femminile.

Il miglior gol della settimana

Dike demolisce Keita

Sia chiaro, Aboubakar Keita non è l’ultimo arrivato, e in uno scontro uno contro uno fisicamente sa farsi sentire. Ma ci sono poche persone al mondo che potrebbero vincere un contest di spallate contro Daryl Dike, e la maggior parte di queste non credo giochi a calcio professionalmente.

Il miglior assist della settimana

Dax McCarty lancia Mukhtar

Prima dell’espulsione il centrocampista ci aveva regalato uno dei momenti più incredibili della settimana.

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.