It’s Called Soccer – s03 ep18

Ormai sapete qual è l’antifona, tanto che quella che state leggendo è un’intro che si ripete uguale identica in tutte le puntate: ogni settimana nel mondo del calcio americano succedono cose particolari, strane, incredibili, divisive, divertenti, curiose, inspiegabili, folli e chissà quanti altri aggettivi. E questa rubrica, come sempre ormai da qualche stagione, arriva il lunedì per aggiornarvi su quanto successo e per mettervi in ordine una quantità confusionaria e numerosa di dati e eventi. Ormai, forse, avete capito anche come si chiama. Nel caso contrario ve lo ricordo almeno per un’altra volta, dandovi il benvenuto al nuovo episodio di It’s Called Soccer.

#talentwatch

La combinazione tra Jones e Buchanan

Due Draft Picks. Due terzini. Due stelle della squadra di Bruce Arena. Due ragazzi ancora molto giovani che vengono cercati dall’Europa, anche con una potenziale finestra sulla Champions League. Due simboli del lavoro incredibile fatto dalla franchigia in questi anni, da quando Arena ha rilevato il regno della disfunzionalità di Friedel.

Il primo gol in MLS di Sunusi Ibrahim

ll diciottenne nigeriano ha il profumo della Sabatinata al mattino e pian piano sta provando ad inserirsi dopo essere arrivato da un contesto di livello molto più basso. Qui trova il suo primo gol in MLS. Ne sentiremo parlare.

Dovrebbero essere preoccupati a…

Portland?

Sì, perché il crollo nel derby di Cascadia perso 6-2 in casa contro i rivali storici di Seattle non è semplicemente un vuoto che ci si può permettere se si vuole essere competitivi.

Locura Rankings

3 – La rimonta di Houston Dash

Da due a zero a due a due quando le Spirit sembravano in controllo della partita.

2 – Il finale tra New England e Toronto

Prima Toronto riesce a strappare un pareggio all’ottantesimo contro la migliore squadra in MLS fino ad ora, poi New England comunque riesce a riprendersi la posizione con un rigore due minuti dopo.

1 – Il rigore decisivo di Montreal-Red Bulls

Novantunesimo. Situazione di 1-1. Calcio di rigore per Montreal. Viene sbagliato. L’arbitro fa ripetere: Coronel si è mosso dalla linea. Montreal cambia tiratore, va Wanyama. Sbaglia pure lui. Ma si ri-ripete. Ancora Coronel si è mosso. Wanyama tira di nuovo. Segna. Al novantottesimo finisce la partita. Non si recupera altro.

Premio della critica alla Partita Ubriaca della settimana

Portland Timbers – Seattle Sounders

Già è un derby di Cascadia. E basterebbe questo. Poi i Sounders vanno avanti due a zero. Si fanno rimontare e poi ne segnano altri quattro. Mettici anche che molti dei gol sono assolutamente pazzeschi. Metti che per la prima volta dalla pandemia c’è un pienone. Che dire. Uno spettacolo unico.

Considerazioni non richieste

Non nascerà mai qualcuno come Carli Lloyd

Vi può stare antipatica o simpatica, ma certo non potete non ammirare che calciatrice straordinaria sia stata – anche se magari avrebbe potuto comprendere i suoi limiti d’età un po’ prima – e non potete non ammettere che atlet* come lei nascono una volta ogni tanto.

Il feud della settimana

Raul Ruidiaz vs Fredy Montero

E la lotta è per stabilire chi sarà l’MVP di settimana in questa rubrica. Voi chi avete preferito nella demolizione dei Timbers? Per sapere chi abbiamo scelto su queste frequenze vi basterà scendere un poco.

Cosa succederà?

Il pallone non potete vederlo bene, ma si trova tra i piedi di Alan Pulido, che è in una posizione estremamente difficile. Cosa combinerà?

A) Tirerà e la palla finirà sul palo

B) Tirerà e segnerà

C) Crosserà e il pallone incontrerà la deviazione di un difensore per un autogol

Risposta esatta: B)

Fun Fact

La storia di Mamadou Fall

Mamadou Ibra Mbacke Fall è un classe 2002 senegalese, ed è arrivato negli Stati Uniti grazie ad un programma messo in piedi dall’ex Liverpool Salif Diao. Grazie al suo talento è riuscito ad allenarsi e a costruirsi una carriera da professionista dai campi della rinomata Montverde Academy di Orlando, passando poi sotto il controllo delle affiliate USL di LAFC, e arrivando questa settimana all’esordio in prima squadra. Avrebbe potuto coronare questa storia con un gol all’esordio, ma il suo colpo di testa su punizione di Atuesta era in fuorigioco di millimetri.

La domanda (e forse risposta) della settimana

Daniel Salloi è un legittimo candidato come MVP?

Sia chiaro, non sarebbe la mia scelta, visto che è difficile non premiare Gil dopo la stagione che sta facendo, ma nella corsa l’ungherese ci rientra sicuramente con i suoi – per ora – undici gol, e questo è un dato tutt’altro che scontato, anche perché non parliamo di un DP

MVP della settimana

Raul Ruidiaz

Alla fine ha vinto Raul. Perché Raul vince sempre. Non si può non amare un calciatore e un personaggio del genere.

MVP romantico della settimana

Josef Martinez, ministro della cultura

“[Josef] è colui che porta la fiamma, la coscienza di Atlanta United, oltre ad essere il loro giocatore più divertente e il competitor più feroce”, dice del centravanti di Atlanta United il giornalista di mlssoccer.com Charles Boehm, e ha probabilmente ragione. Le dichiarazioni alla stampa di Josef in seguito all’annuncio di Gonzalo Pineda come nuovo allenatore lo hanno dimostrato. Lui è il leader della squadra, e prendendo in prestito il titolo che ad Austin hanno assegnato a Matthew McCounaghey – ma con un po’ più di sostanza, in questo caso – è il ministro della cultura della franchigia.

Best Save della settimana

Jonathan Klinsmann

No, non è un omonimo. Si tratta proprio di suo figlio. Esattamente. Fa un ruolo molto diverso. E pare anche bravino. Ha difeso la porta degli USA Under 20 più di una volta, adesso sta provando a farsi strada da professionista dopo aver salutato l’Hertha.

I migliori gol della settimana

Il gioiello di Galvan

Un tiro a effetto, non il primo del classe 2000 argentino in MLS.

La cannonata di Paige Nielsen

Un tiro che illude, come abbiamo visto, le Spirit di avere in mano la partita, ma non per questo meno bello.

COSA HA TIRATO FUORI JIMMY MEDRANDA

AIUTO.

I migliori assist della settimana

Maxi Moralez crossa per Castellanos

Uno di quei colpi che solo giocatori come lui possono tirare fuori.

Il colpo di genio di Arriola

Un lancio al bacio per continuare la media gol spaventosa del ritrovato centravanti norvegese

Mora lancia Blanco

Un tocco apparentemente banale, ma che è decisivo per la marcatura.

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.