L’emergenza Covid ha ostacolato le finali di USL. Sì perché nel weekend si dovevano giocare gli atti conclusivi di due tornei, uno nel Championship tra Tampa Bay Rowdies e Phoenix Rising FC e uno nella League One tra Greenville Triumph SC e Union Omaha.

Invece, a causa della positività di alcuni giocatori sia di una lega che dell’altra, la federazione ha preso una decisione che da una parte può essere vista come drastica, ma dall’altra porta con sé un fondo di buon senso visto soprattutto il periodo e l’emergenza che stiamo appunto vivendo.

Partendo dalla lega maggiore, Tampa Bay Rowdies-Phoenix Rising non è stata giocata né è stata rinviata. Avendo però fatto giocare i playoff sia nella Eastern che nella Western Conference, con emozioni e risultati spettacolari, e avendo anche assegnato rispettivamente i titoli di vincitori delle stesse conference, la lega ha deciso di non assegnare il titolo finale ma di lasciare i titoli di conference così come sono.

Sicuramente il rammarico più grande è per la compagine dell’Arizona, arrivata in finale per la seconda volta in tre anni, con in mezzo una stagione da record, si è vista sfumare il titolo davanti agli occhi. Meno rammaricati probabilmente saranno gli addetti ai lavori della federazione viste le problematiche dei Rising di fine stagione con gli episodi di omofobia; certamente in pochi avrebbero visto di buon occhio la loro vittoria.

Nella League One invece, al suo secondo anno di attività, il discorso era diverso perché come la scorsa stagione a fine campionato non c’era un proprio tabellone dei playoff ma solo semifinali e finali tra le prime quattro. Quest’anno visto il numero ridotto di partite si è deciso che si sarebbe giocata una finale unica tra la prima classificata e la seconda.

Come non detto, anche per loro questa finale non è stata giocata né c’è stata la possibilità di rinviarla così il titolo finale è stato assegnato alla squadra che aveva “vinto” la Regular Season in questo caso proprio a Greenville Triumph SC. Un successo meritato direi visto che, come abbiamo detto tante volte anche nel nostro podcast, ha dominato il campionato. Onore però va a Union Omaha, che nella stagione di esordio ha fatto sognare i propri tifosi raggiungendo i playoff all’ultima giornata, certo rimaranno con un po’ di amaro in bocca visto che l’unica partita di stagione regolare contro Greenville di circa due settimane fa la vinsero 2-1.

Chiunque di noi avrebbe voluto un esito diverso, vedendo le finali; forse la possibilità di vederli in campo dopo due settimane ci sarebbe anche stata, ma è altresì ovvio che la salute dei giocatori, staff e lavoratori venga prima, ancora di più considerando che i mezzi a disposizione non sono molti visto che sono due leghe con budget ridotti, soprattutto la League One.

Quindi accontentiamoci di quello che abbiamo visto e delle emozioni che ci hanno trasmesso i due campionati con l’augurio di vederli al massimo delle prestazioni per la prossima stagione.


 

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunzionaliOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnaliticiOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

AltroOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.